Record di 1.244 morti per la Germania, la Francia verso il coprifuoco alle 18

Giulia Belardelli
·Giornalista, HuffPost
·1 minuto per la lettura
TOPSHOT - An employee stores coffins among many others in the mourning hall of the crematorium in Meissen, eastern Germany, on January 13, 2021. - Most of the deceased, who will be cremated here, have died of or with the coronavirus. (Photo by JENS SCHLUETER / AFP) / EDITORS NOTE: the family names written on the coffins have been blurred (Photo by JENS SCHLUETER/AFP via Getty Images) (Photo: JENS SCHLUETER via Getty Images)
TOPSHOT - An employee stores coffins among many others in the mourning hall of the crematorium in Meissen, eastern Germany, on January 13, 2021. - Most of the deceased, who will be cremated here, have died of or with the coronavirus. (Photo by JENS SCHLUETER / AFP) / EDITORS NOTE: the family names written on the coffins have been blurred (Photo by JENS SCHLUETER/AFP via Getty Images) (Photo: JENS SCHLUETER via Getty Images)

Raggiunge un nuovo record il numero dei morti per Covid-19 in Germania: 1244 decessi nelle ultime 24 ore, secondo gli ultimi dati del Robert Koch Institut (il picco finora era stato 1188, l′8 gennaio). Sono inoltre 25.164 le nuove infezioni. L’indice di incidenza dei nuovi contagi per 100 mila abitanti su sette giorni è a 151,2, ancora molto lontano dalla soglia dei 50.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Germania sono in totale 1.978.590 i contagi, con 43.881 decessi. I casi attivi sono circa 314.700, mentre sono 1.620.200 le persone guarite dopo aver contratto il Covid-19.

Gli ultimi dati confermano le fosche previsioni di Angela Merkel, che solo un paio di giorni fa avvertiva i tedeschi: “Il peggio deve ancora venire, ci aspettano settimane difficili”. La cancelliera, preoccupata soprattutto per l’impatto della variante inglese, ha messo in chiaro che il lockdown duro dovrà durare per altre 8-10 settimane.

Ma è gran parte d’Europa a trovarsi ancora stretta nella morsa del virus. In Francia sono attese nuove pesanti misure, tra cui un coprifuoco nazionale alle 18 e nuove restrizioni alle frontiere. Questi i due provvedimenti che l’esecutivo francese potrebbe adottare per cercare di contenere la diffusione del coronavirus. Ad anticiparlo è Bfmtv, in attesa dell’intervento atteso per oggi del premier Jean Castex che potrebbe annunciare le nuove disposizioni.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.