Record storico di vendite nel 2021 per Rolls-Royce

·2 minuto per la lettura

L'anno appena concluso ha fatto segnare il record storico di vendite per Rolls-Royce nei suoi 117 anni di vita: 5.586 auto consegnate ai clienti di tutto il mondo, con una crescita del 49% rispetto al 2020. Questo volume complessivo include vendite record di tutti i tempi nella maggior parte delle regioni, tra cui Cina allargata, Americhe e Asia-Pacifico e in più paesi in tutto il mondo. La Casa inglese è riuscita anche a riempire il suo libro ordini fino al terzo trimestre 2022, grazie anche alla domanda sempre elevata per i modelli Cullinan e Phantom.

Inoltre, lo stabilimento di Goodwood sta operando quasi al massimo della capacità, anche se i tempi di consegna rimangono sempre di circa un anno. L'amministratore delegato Torsten Müller-Ötvös ha parlato di performance "estremamente incoraggianti” in vista del lancio entro la fine del 2023 della Spectre, la prima auto elettrica del brand. Il record di vendite di Rolls-Royce si aggiunge a quello di altri produttori minori incentrati sul mercato Premium di lusso, i cui numeri vanno nella direzione opposta rispetto a quelli dei grandi costruttori del mass-market, penalizzati soprattutto dalla crisi dei chip e dalle difficoltà di approvvigionamento di materie prime.

Del resto il settore del lusso, anche per i numeri più contenuti e la clientela di riferimento, è particolarmente immune dai problemi affrontati dai grandi costruttori. Lo scorso anno Bentley ha registrato un massimo storico di 14.659 consegne (+31% sul 2020), mentre Lotus ha chiuso l’anno con il +24% a 1.710 consegne, il miglior risultato dal 2011, mentre Aston Martin ha messo a segno una crescita dell'82% a 6.182 unità. «Nel settore del lusso, la lotta non si è concentrata tanto sul tentativo di trovare clienti, quanto sull’assemblaggio di un numero di prodotti sufficiente a soddisfare l'enorme domanda» ha dichiarato a Reuters Müller-Ötvös, fornendo un’ulteriore spiegazione: «Il Covid ha costretto molte persone a fermarsi, a non viaggiare più e per questo motivo c'è un bel po' di ricchezza accumulata che viene spesa in beni di lusso, e noi ne abbiamo approfittato».

Secondo il CEO Rolls-Royce ai positivi risultati ha influito anche un effetto psicologico legato alla pandemia: «Molta gente ha visto morire diverse persone all'interno delle proprie comunità a causa del Covid, il che li ha spinti a pensare a quanto possa essere breve la vita e a quanto sia meglio viverla ora piuttosto che rimandare certe scelte»

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli