Recovery: 70 no profit a Draghi, 'realizzare piano per rinascita demografica'

·1 minuto per la lettura
Recovery: 70 no profit a Draghi, 'realizzare piano per rinascita demografica'
Recovery: 70 no profit a Draghi, 'realizzare piano per rinascita demografica'

Roma, 15 feb. (Adnkronos) – Settanta associazioni no profit, nell’imminenza del dibattito parlamentare sulla fiducia, hanno inviato al premier, Mario Draghi e ai parlamentari un documento unitario in 5 punti, proponendo che con le straordinarie risorse del Recovery Plan si scelga di realizzare prioritariamente un grande piano per la rinascita demografica sostenendo la natalità, la famiglia e le comunità intermedie.

Ritengono che lo stesso Recovery Plan debba abbandonare la matrice centralista con cui è stato sinora pensato, per essere rifondato scommettendo su politiche di sussidiarietà e per la vita riformando radicalmente il fisco con una imposizione inversamente proporzionale alla composizione del nucleo familiare; imprimendo alla sanità un salto di qualità con cure palliative e strumenti ad alta intensità di cure (terapie intensive e semintensive) sufficienti in tutte le regioni; combattendo la nuova povertà scolastica anche risolvendo le ingiuste differenze fra le scuole pubbliche paritarie e statali; in generale preferendo agli strumenti assistenzialisti quelli capaci di avviare e sostenere percorsi virtuosi di tutte le comunità intermedie sia profit che non profit.

Inoltre, le settanta associazioni spiegano come "una netta scelta per la vita e per quella nuova 'primavera demografica' – ancora invocata da Papa Francesco il 7 febbraio scorso – dopo alcuni interventi delle 'magistrature superiori' necessiti di puntuali scelte legislative, ad esempio per opporsi alla mercificazione delle donne e dei bambini impedendo la crescente prassi di ricorrere all’utero in affitto in paesi esteri". Tra le associazioni, Alleanza cattolica, Politica insieme, Comunità Papa Giovanni XXIII, POlitica Insieme, Pro vita & famiglia, Costruire insieme, Vera Lex, Moige.