Recovery, 8 settembre incontro online sulle pari opportunità

·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Si svolgerà online l'8 settembre dalle ore 9 alle ore 11.30 l'evento "The recovery and resilience facility can be a tool for reducing social inequalities?". L'iniziativa si inserisce nel contesto del progetto WISE4Challenges, finanziato dal Parlamento Europeo ed inserito all'interno della Conferenza sul Futuro dell'Europa, allo scopo di fornire ai cittadini europei di la possibilità di partecipare attivamente all'elaborazione delle politiche e avere un impatto reale sulla definizione dell'agenda a livello dell'UE.

In particolare il progetto, coordinato da Sustainable Communication AISBL (S-Com), vuole rafforzare la partecipazione delle donne applicando un approccio di genere atto ad eliminare "la prima e più antica forma di discriminazione, ossia quella contro le donne - come spiegato dal presidente dell'Associazione Marcello Aglietti Zanon -. Il Recovery and Resilience Facilities può essere un'opportunità che non deve lasciare indietro nessuno; noi possiamo trasformare questa necessità in opportunità e costruire insieme un'Europa più forte e solidale che sia leader globale nella difesa dei diritti".

Grazie al sondaggio lanciato da S-Com ed alla partecipazione dei partner del Progetto (Women Entrepreneurship Platform (WEP), Università di Pisa, INCOMA e LIBERA: Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie) sono stati raccolti i contributi della società civile di 3 paesi: Belgio, Italia e Spagna per capire quali sono le aspettative e i bisogni dei cittadini per i prossimi anni. Inoltre un contributo importante è stato dato da alcune Parlamentari Europee che sono state intervistate al fine di capire come e perché questo strumento è stato predisposto dalle istituzioni europee.

L'evento si suddivide in due momenti, il primo panel vedrà la partecipazione di alcune Parlamentari Europee che si sono trovate in prima linea nella difesa dei valori dell'uguaglianza e dell'accessibilità in Europa e vedremo con loro quali sono i prossimi passi per garantire una buona governance di questi fondi.

A moderare questo panel sarà Gerolf Falter, capo Unità della DG COMM del Parlamento Europeo in Belgio. Il secondo panel invece rappresenterà la voce della società civile che si è espressa attraverso i sondaggi creati dai partner del progetto. Una sessione di domande e risposte è prevista alla fine di ogni panel.

Per partecipare è necessario registrarsi al link https://forms.gle/jirNr3X8D1g1KU189.

(ITALPRESS).

sat/com

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli