Recovery: appello Ciofs-Fp a governo, valorizzare Istruzione e formazione professionale

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 ott. (Labitalia) – “Chiediamo di valorizzare e rafforzare anche il segmento dell’Istruzione e formazione professionale (Iefp) regionale, parte integrante e fondamentale del Sistema educativo nazionale, come dichiarato dal ministro Bianchi nel suo messaggio di apertura dei nostri lavori”. Ad affermarlo Manuela Robazza, presidente nazionale Ciofs-Fp (Centro italiano Opere Femminili Salesiane-Formazione professionale), in occasione dal XXXIII Seminario Europa, che si è aperto oggi a Bologna. E proprio da Bologna, in vista della cabina di regia sul Recovery Plan prevista per domani, i protagonisti del mondo della formazione professionale, riuniti insieme a imprese, enti, rappresentanti delle istituzioni e della società civile, rivolgono l'appello al presidente del Consiglio, Mario Draghi, e ai ministri competenti.

Il sistema della Iefp regionale forma già oggi in Italia circa 160.000 giovani ogni anno, come documentato recentemente da Inapp, con la formazione professionale 7 allievi su 10 trovano lavoro a 3 anni dal diploma.

“Occorre sviluppare questa offerta formativa in tutto il Paese affinché tutte i ragazzi italiani possano accedervi; occorre garantire figure professionali qualificate a tutti i livelli al passo con i tempi: operatori, tecnici, imprenditori, artigiani, cittadini che fanno grande il nostro Paese nelle continue e sfidanti transizioni”, conclude Paola Vacchina, presidente Forma e consigliera Cnel.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli