Recovery, Colao: connettere tutti in banda ultralarga in 2026

·1 minuto per la lettura
featured 1247897
featured 1247897

Milano, 18 mar. (askanews) – Il ministro dell’Innovazione e della Transizione digitale, Vittorio Colao, punta a connettere tutta italia in banda ultralarga entro il 2026. In audizione sul Recovery plan presso le commissioni congiunte Trasporti della Camera e Bilancio, Lavori pubblici e Politiche Ue del Senato Colao ha sottolineato come il paese sia indietro.

“E’ noto come ha anche ricordato il ministro dello Sviluppo economico che abbiamo un serio problema sul territoriuo di copertura con le reti a banda ultrarga. Ad oggi la copertura in Ftth raggiunge poco meno del 34% delle famiglie italiane. Il problema non riguarda solo l0infrastrutturazione ma anche l’adozione dei servizi di accesso ad internet”, ha detto Colao.

“Nel 2020 risultano esserci 10 mln famiglie italiane, 39% del totale che non hanno attivato offerte di accesso a Internet su rete fissa e inoltre 5,5 mln di famiglie, il 21% del totale che usufruiscono di servizi su rete fissa con velocità inferiore ai 30 megabit al secondo. Quindi sono 16 milioni le famiglie che o non usufruiscono di servzi di rete fissa o non hanno una connessione fissa a banda ultralarga. É inaccettabile, la rete è essenziale. Esclusione vuol dire privare dell’uguaglianza sostanziale e delle opportunità”

“Bisogna velocizzare la copertura con reti a banda ultralarga, va rivisto modello adottato fino ad oggi ponendoci l’obiettivo concreto di connettere tutti entro il 2026. Non 2030 ma 2026 lasciando agli operatori la libertà di scegliere la migliore tecnologia”, ha aggiunto Colao.