Recovery: Draghi, governance a p.Chigi con ministri competenti

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 apr. (Adnkronos) – “La supervisione politica del piano è affidata a un comitato istituito presso la Presidenza del Consiglio a cui partecipano i ministri competenti”. Lo scrive il premier Mario Draghi nella premessa del bozza del Pnrr, anticipata da 'Il Foglio', in un passaggio del documento in cui illustra la governance. Si risolve così uno dei nodi più intricati del Recovery Plan: a gestirlo politicamente sarà il presidente del Consiglio in persona assieme ai ministri tecnici di competenza. Un ruolo di primo piano, dunque, spetterà a Daniele Franco (Economia), Roberto Cingolani (Transizione Ecologica), Vittorio Colao (Digitalizzazione e Innovazione), Enrico Giovannini (Mobilità) e Roberto Speranza (Sanità).

Sotto questo comitato c’è poi “una struttura di coordinamento centrale presso il ministero dell’Economia” che “supervisiona l’attuazione del piano ed è responsabile dell’invio delle richieste di pagamento alla Commissione Ue”. La affiancano una struttura di valutazione e una di controllo. Le amministrazioni locali sono invece responsabili di singoli investimenti e riforme, verranno affiancate da task force locali costituire dal governo a supporto.