Recovery: Giorgetti, 'tradurre in realtà Pnrr o resta libro sogni e sarebbe peccato mortale'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 12 lug. (Adnkronos) – "Dobbiamo cercare che quel piano – scritto così bene e con tante risorse – si traduca in realtà, altrimenti rimane un libro dei sogni e questo sarebbe veramente un peccato mortale". Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ospite a Mind a Milano facendo riferimento alle opportunità del Pnrr.

"Un governo illuminato se vuole fare davvero politica industriale deve trovare le soluzioni per attutire le conseguenze di carattere sociale nei settori che sono a grande rischio, ma per decisione pubblica, e deve cercare di incrociare le opportunità che vengono offerte dai nuovi sentieri tecnologici", spiega sottolineando come i beneficiari degli importanti stanziamenti pubblici "hanno una qualche forma indiretta di responsabilità sociale per coloro che rimangono indietro". In poche parole occorre "riconvertire" alcune aree "per le nuove opportunità di investimento" con un occhio alla sostenibilità.

"Fare e scrivere un capitolo del Pnrr e metterci dentro le cifre è molto semplice, anche fare un emendamento che le aumenta – tanto in questo momento la finanza pubblica non è come quella di 20 anni fa -, paradossalmente i soldi sono a disposizione ma quello è nulla" per Giorgetti che invita a non perdere tempo e a ragionare sul "come e in che tempi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli