**Recovery: mission Letta in Ue, vede von der Leyen 'impegno massimo Pd su riforme'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 mag. (Adnkronos) – Una mission 'a sorpresa' quella del segretario Pd, Enrico Letta, che oggi a Bruxelles ha incontrato la presidente della commissione Ue, Ursula Von Der Leyen, i commissari Paolo Gentiloni, Valdis Dombrovskis e Nicolas Schmit (che aveva già partecipato all'incontro al Nazareno sul futuro dell'Ue) e il presidente del parlamento europeo, David Sassoli. Una visita per "trasferire l'impegno massimo del Pd a sostegno del governo Draghi e delle riforme chieste dall'Europa, tutte le riforme -sottolineano dal Nazareno- comprese quelle sensibili su giustizia, Pa e riforma fiscale".

Non solo. Letta ha anche parlato agli interlocutori di oggi e la stessa Von Der Leyen della clausola di premialità per giovani e donne – tra le misure caratterizzanti del Pd nel Pnrr- in particolare con riferimento al Sud. "Ho raccontato alla presidente Ursula von der Leyen – dice Letta, a margine di un pranzo con David Sassoli – come il nostro sostegno al governo Draghi è un sostegno pieno, convinto e nel segno dell'Europa. Vogliamo che questo governo continui nella strada che ha intrapreso: lo sosteniamo convintamente, perché l'Europa e l'europeismo sono nel Dna del Pd".

Mentre per altri, come la Lega di Matteo Salvini, l'essere diventati europeisti va mostrato nei fatti: "Non vedo cosa ci faccia chi non crede nell'Europa dentro un governo europeista come questo, quindi chi sta dentro questo governo crede nell'Europa" e se Matteo Salvini crede nell'Ue "bisogna che sia conseguente anche con le cose che ha fatto o che dice".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli