Reddito cittadinanza, Carfagna: Salvini spieghi caso Saraceni

Lsa

Roma, 1 ott. (askanews) - "Stupisce l'alzata di scudi di Matteo Salvini contro una legge che lui stesso ha approvato e rifinito fin nei dettagli. Sono lui e Di Maio che dovrebbero spiegarci come è possibile che sia stato concesso il reddito di cittadinanza ad una persona condannata per reati gravissimi e tutt'ora agli arresti domiciliari". Lo afferma in una nota Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia in riferimento all'ex brigatista Federica Saraceni, che ha scontato 21 anni di carcere per l'omicio di D'Antona.

"Se quello di Federica Saraceni non è l'unico caso, appare indispensabile che l'Inps proceda ad una ricognizione - aggiunge Carfagna - per scoprire quanti e quali condannati per gravi reati godano del privilegio di un sussidio di Stato a tempo indeterminato. Il governo emani un decreto urgente per cancellare questo tipo di benefici che costituiscono un oltraggio alle vittime e a tutti gli italiani per bene".