Reddito cittadinanza, Renzi: "Anche oggi attaccato da soliti haters"

·1 minuto per la lettura

"Reddito di cittadinanza, anche oggi sono attaccato dai soliti haters del #RenziFaiSchifo perché ho detto queste cose. Ascoltatele per intero, se vi va. Noi andiamo #ControCorrente e a noi fa schifo la propaganda, non le persone". Così Matteo Renzi dopo le polemiche social per il video di Italia Viva con le ultime dichiarazioni sul tema del senatore.

"Il referendum sul Reddito di cittadinanza - spiega Renzi nella clip che condivide nuovamente su Twitter - è una grande operazione educativa e culturale. In un mondo che va verso le nano tecnologia, in un mondo che investe sui Big Data, internet of things, artificial intelligence, ai ragazzi va detto 'studiate, provate, mettetevi in gioco, poi se fallite vi diamo una mano ma rischiate'. Se il messaggio è 'non vi preoccupate, tanto lo Stato vi da un sussidio, state a casa e poi eventualmente fate un lavoretto in nero tanto non se ne accorge nessuno così rimpinguate lo stipendio', se c'è questo messaggio è diseducativo. Io voglio mandare a casa il Reddito di cittadinanza - spiega ancora Renzi -, perché voglio riaffermare l'idea che la gente deve soffrire, rischiare, provare, correre e giocarsela. Se non ce la fai ti diamo una mano, ma bisogna sudare ragazzi, i nostri nonni hanno fatto l'Italia spaccandosi la schiena, non prendendo sussidi dallo Stato", conclude Renzi nella clip.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli