Reddito a criminalità organizzata, Mauri: scovati subito

Aff

Napoli, 5 feb. (askanews) - "Nel momento in cui si fa una operazione così su larga scala, e visto che i criminali le tasse non le pagano, ci sta che possono succedere queste cose. Però già che si sappia questa cosa e si sia trovata soluzione in tempi rapidi significa che il sistema funziona perché altrimenti le cose non le avremmo mai incrociate". Il viceministro dell'Interno Matteo Mauri al termine di un vertice sulla sicurezza che si è svolto in prefettura a Napoli, si è soffermato sulla facilità con cui alcuni esponenti della criminalità organizzata riescono ad accedere al reddito di cittadinanza. Per Mauri esistono degli "aspetti distorsivi che però sono stati raddrizzati subito. Dal punto di vista del reddito, più che di casi specifici, noi dobbiamo occuparci oltre dell'assistenza anche di far crescere il lato opportunità: e cioè di impiego e ricerca del lavoro".