Reddito di cittadinanza, lo hanno chiesto 8 napoletani su 100

Le regioni che ne hanno fatto maggior richiesta sono la Campania e la Sicilia che raccolgono insieme il 32% delle domande. (Credits – Getty Images)

Il reddito di cittadinanza è realtà da un mese, cioè da quando gli italiani hanno potuto fare ufficialmente richiesta per avere il contributo di Stato. Un mese che, secondo gli ultimi dati, significa 806.878 richieste registrate dall’Inps. Richieste che disegnano una mappa dell’Italia ben precisa e che fa discutere.

Il primo dato che emerge è che le maggiori richieste arrivano dalle donne, con 433.270 (54%) richieste contro le 373.608 degli uomini (46%). Guardando, invece, alla suddivisione per età, la parte del leone la fa la fascia tra i 45 e i 67 anni con il 61% (494.213 domande) dei richiedenti, seguiti da coloro che hanno un’età compresa tra i 25 e i 40 anni, con 182.100 domande (poco meno del 23%). Il resto delle domande è distribuito tra gli ultra 67enni (105.699 domande, pari a poco più del 13%), e poco più del 3% tra i minori di 25 anni. Ma a colpire è la suddivisione territoriale.

Se i primi dati parlavano di un primo posto della Lombardia, con l’aumento delle richieste e un’analisi più precisa le cose cambiano drasticamente. Infatti, le regioni che ne hanno fatto maggior richiesta sono la Campania e la Sicilia che raccolgono insieme il 32% delle domande (137.20 domande la Campania e 128.809 domande la Sicilia); al terzo posto il Lazio con 73.861 domande, quindi la Puglia con 71.535. La Lombardia, che come detto inizialmente era quella in vetta, è ora quinta con 71.310 richieste.

Ma i numeri, da soli, dicono poco. Perché se si guarda alla popolazione delle regioni si nota, per esempio, che la Campania ha circa la metà degli abitanti della Lombardia, quindi il gap tra le due regioni diventa ancora maggiore. Ma è un altro dato a colpire. Guardando alle città, infatti, Napoli svetta con 78.803 domande (più di tutta la Lombardia), seguita da Roma che raccoglie 50.840 domande e all’ultimo posto si colloca Bolzano con 356 domande. E con una popolazione di 1 milione di abitanti, ciò significa che a Napoli hanno chiesto il reddito 7,8 napoletani ogni cento, considerando nella statistica però anche i minorenni, che ovviamente non hanno diritto al reddito di cittadinanza. In Lombardia, per fare l’esempio opposto, il reddito è stato chiesto solo da 0,71 lombardi su cento. Un’Italia, dunque, spaccata in due.

(Duccio Fumero)

Potrebbe anche interessarti:

M5s: 806 mila domande da tutta Italia per reddito cittadinanza

Autonomia, Zaia: è assunzione di responsabilità

Salvini: “Flat tax nel Def, aliquota a 15% fino a 50mila euro”