Reddito di cittadinanza, De Luca propone: “500 euro in più a chi lavora come stagionale”

·1 minuto per la lettura
lavoratori stagionali de luca
lavoratori stagionali de luca

Nel corso del suo consueto messaggio settimanale alla cittadinanza, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha lanciato una proposta per risolvere il problema della carenza di lavoratori stagionali che rischia di paralizzare la prossima stagione turistica nelle località balneari. De Luca ha propost di utilizzare a tale scopo i percettori del reddito di cittadinanza.

Lavoratori stagionali, la proposta di De Luca

Durante la diretta social, De Luca ha dichiarato: “Abbiamo difficoltà a trovare manodopera stagionale perché molti extracomunitari non ci sono più e per il fatto che il reddito di cittadinanza ha prodotto delle distorsioni. […] Sono assolutamente d’accordo a dare un reddito a chi non ha il pane ma non sono d’accordo a tollerare degenerazioni e parassitismi. Facciamo fatica a trovare lavoratori stagionali in aziende agricole, ristoranti, alberghi, stabilimenti balneari. Molti che percepiscono il reddito non sono più disponibili a fare gli stagionali e magari vanno a fare pure il lavoro in nero per non perderlo”.

Da qui la proposta del presidente campano: “La mia proposta è la seguente: senza far perdere a nessuno il reddito o gli ammortizzatori sociali le aziende possono dare in aggiunta al reddito 500 euro al mese agli assunti. Un giovane, dunque, può aggiungere ai 750 euro altri 500 euro totalizzando circa 1.200 euro al mese. Mi pare una cosa dignitosa. Se è necessario si può dare anche un bonus trasporto”.

Lavoratori stagionali, De Luca: “Lavoro di moralizzazione e trasparenza

A quanto detto De Luca ha poi aggiunto: “Si potrebbe chiedere a chi prende il Reddito di andare a fare un’attività lavorativa stagionale. Si potrebbe aggiungere anche nel caso vengano rifiutate due o tre proposte si perde pure il Reddito così si fa un lavoro anche di moralizzazione e trasparenza. Io credo sia conveniente aggiungere al reddito altri 500 euro mensili per qualche mese, continuando a mantenere il reddito anche dopo. Una cosa utile per loro, lo stato e le imprese che non riescono a trovare più manodopera stagionale”.

Lavoratori stagionali, De Luca sul tema dell’occupazione

A margine del suo intervento, il presidente campano è poi tornato sul tema dell’occupazione nella regione: “Stiamo lavorando sul tema dell’occupazione. Abbiamo inserito in un ruolo unico speciale i lavoratori socialmente utili. Se Dio vuole si avvia a conclusione il problema che riguarda i 2.000 giovani del concorso. Siamo impegnati a garantirgli il lavoro e lo faremo”