Reddito di Emergenza: scoperti 101 “furbetti” nel Trevigiano

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 9 mag. (askanews) - Hanno percepito Reddito di Emergenza per oltre 200 mila euro senza avere i requisiti per ottenere la misura di sostegno istituita dallo Stato con il cosidetto Decreto Rilancio a favore delle famiglie in difficoltà economica per l'emergenza Covid. Sono stati individuati dalla Guardia di Finanza di Treviso: nei guai sono finite 101 persone, tutte di nazionalità straniera, la maggior parte in arrivo da Paesi dell'Africa centrale.

Il Reddito di Emergenza prevedeva l'erogazione di un massimo di 5 mensilità fino a un massimo di 4 mila euro all'anno. Tra le condizioni per ottenere il sussidio, c'era quella di non essere ospite di strutture a totale carico dello Stato, che comprendono, oltre a quelle sanitarie, i Centri di Accoglienza Straordinaria per Stranieri (C.A.S.). Il raggiro scoperto dalle Fiamme Gialle riguardava proprio quest'ultimo requisito: i "furbetti" del Reddito di Emergenza erano infatti ospitati nei C.A.S. tra Treviso, Oderzo, Vittorio Veneto e Onè di Fonte. Sono stati tutti segnalati alla Prefettura di Treviso per sanzioni amministrative che potrebbero arrivare complessivamente fino 602 mila euro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli