Reeves e l'aneddoto dal set, un altro esempio della sua gentilezza

Dracula: Keanu Reeves e la gentilezza per Winona

Perfetto gentleman, campione di gentilezza, Keanu Reeves ha saputo distinguersi persino sul set di Dracula, pellicola diretta nel 1992 da Francis Ford Coppola. In una recente intervista la collega attrice Winona Ryder ne ha parlato raccontando un particolare aneddoto.

Keanu Reeves: aneddoto su Dracula

In una scena del film, l’attrice avrebbe dovuto piangere ma non ci riusciva, così è intervenuto il regista chiedendo agli altri attori di insultarla. “Richard E. Grant, Anthony Hopkins, Keanu Reeves… Francis stava incitando tutti a urlarmi brutte cose per farmi piangere, dandomi anche della prostituta. Keanu si è rifiutato e anche Anthony. Non stava funzionando, anzi, stava provocando la reazione contraria”. ha dichiarato Winona.

Da quel momento, tra i due è nata una bellissima amicizia che perdura negli anni, anche sul set. I due hanno infatti recitato in A Scanner Darkly – Un oscuro scrutaredel 2006, La vita segreta della signora Lee del 2009 e più di recente la romcom del 2018 Destinazione matrimonio.

Reeves: “Troppo puro per questo mondo”

Keanu afferma di essere “troppo puro per questo mondo”, così come dicono i suoi fan sui social network: in diverse occasioni, mentre posava per delle foto con alcuni di loro, si può notare come non metta mai loro le mani addosso.

Ormai famoso per essere un esempio di buon cuore e gentilezza, l’attore 55enne, nato in Libano ma melting pot di origini, tornerà presto a vestire i panni di Neo nel quarto capitolo della saga di Matrix ed è anche il protagonista del videogioco Cyberpunk 2077 presentato a giugno 2019.