Referendum Autonomia, Bossi: votare sì per fermare crisi sociale

Gal

Roma, 7 ott. (askanews) - "Dobbiamo votare sì, bsigona mettersi una mano sulla coscienza perchè l'anno scorso hanno chiuso 100mila aziende e le consguenze potrebbero essere disastrose a livello sociale". Lo dice Umberto Bossi intervistato da Telesettelaghi sul referendum per l'autonomia della Lombardia.

"Abbiamo spinto Maroni e Zaia a muoversi nel senso autonomia per cercare di dare meno soldi a Roma - ha spiegato lo storico leader leghista - che non si a neppure dove vanno a finire, per anni hanno chiesto soldi al Nord per sviluppare il Sud, per la prima volta la Lombardia ne ha bisogno per sviluppare investimenti. C'è una grave crisi sociale e ci serve uno scudo contro il disastro. Maroni col sì avrebbe la forza di trattare con Roma da posizioni di forza, e dimezzare quanto da a Roma, metà resterebbe alla Lombaria da investire e sarebbe la soluzione ideale. La Lombardia - ha insistito Bossi - ha assolutamente bisogno di salvarsi dalla crisi sociale che sta incalzando e che può esplodere il prossimo anno. Bisogna votare con la mano sulla coscienza, impedire che esploda il fattore Lomabrdia, una grave crisi sociale che spazzi via la nostra società".