Referendum: Cappato, 'prima di toccare soglia firme si abolisca quorum'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 set. (Adnkronos) – "Per attivare il meccanismo del referendum ci vogliono ovviamente delle soglie e delle regole. Quello che era sbagliato è che la soglia fosse minata da una serie di impossibilità materiali e ostacoli burocratici, che è poi la ragione per cui l’Italia è stata condannata dall’Onu sul nostro ricorso presentato da Mario Staderini. Di fatto, le condizioni per attivare il referendum erano discriminatorie”. Così il tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato, intervistato da Fabio Salamida su Gli Stati Generali, intervenendo in merito alla discussione sulle firme online, tramite SPID o carta d’identità elettronica, per i quesiti referendari.

"La differenza tra chi propone delle riforme per rafforzare l’istituto referendario e chi le propone per boicottarlo – continua – sta nel riconoscimento dell’effetto positivo di questa novità: poi si può anche aprire un dibattito sulla soglia delle firme, ma penso che la prima cosa da fare sia l’abolizione del quorum, perché con un astensionismo fisiologico ormai vicino al 50%, il quorum è una potentissima arma che i nostri padri costituenti non potevano immaginare contro l’utilizzo stesso del referendum".

"Fa molto riflettere il fatto che oggi quella su soglie e firme online sia l’unica discussione che si legge sui giornali e questo fa pensare che non si voglia entrare nel merito delle questioni che solleviamo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli