Referendum costituzionale in Kazakistan, vincono i sì con oltre 77%

(Adnkronos) - E' stata approvata la riforma costituzionale promossa in Kazakistan dal presidente Kassym-Jomart Tokayev, sulla scia dei tumulti di gennaio. Il 77,18% ha votato a favore degli emendamenti che trasformano la Costituzione modificando oltre un terzo degli articoli, secondo quanto comunicato dal presidente della commissione elettorale, Nurlan Abdirov.

Contro la riforma ha votato il 18,6% ed il resto sono state schede bianche o nulle. Il referendum è “valido e legittimo”, ha dichiarato Abdirov, confermando il superamento del quorum del 50% più uno di votanti. L’affluenza a livello nazionale è stata del 68%, con il dato più basso registrato ad Almaty, epicentro dei disordini di gennaio.

Nel Paese dell’Asia centrale si chiude la fase del sistema di governo ‘super presidenziale' e inizia quella che le autorità kazake hanno definito la “Seconda Repubblica”, indicando un rafforzamento del ruolo del Parlamento. “La costruzione del nuovo Kazakistan inizia sul serio”, ha commentato su Twitter il vice ministro degli Esteri, Roman Vassilenko.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli