Referendum, Pittella:election day errore, non limitare discussione

Luc
·1 minuto per la lettura

Roma, 15 lug. (askanews) - " un errore celebrare il referendum sul cosiddetto taglio dei parlamentari nella stessa data delle elezioni regionali. Il rischio che i cittadini, presi dalle dinamiche belligeranti della politica locale, non prestino la giusta attenzione alle ragioni di un voto che modificher, seppur parzialmente, l'assetto parlamentare del Paese molto alto". Lo dichiara il senatore del PD Gianni Pittella. "In un periodo di crisi economica e disagio sociale - aggiunge - la politica decide, con un paradosso tutto apparente, di cavalcare l'onda dell'antipolitica, affidando alle sue illusioni e ai suoi rancori l'attacco all'istituto della rappresentanza parlamentare. Con la riduzione lineare del numero di deputati e senatori si elimina per tanti cittadini italiani, soprattutto quelli delle regioni pi piccole, il diritto a eleggere un proprio rappresentante, lasciando invece immutato l'impianto di bicameralismo perfetto che, esso s!, andrebbe superato e riveduto nelle funzioni". "Attivare un dibattito pubblico trasparente, senza demagogie, sarebbe, sar un dovere ineludibile perch il voto sia davvero libero e consapevole - conclude Pittella - Temo che l'accorpamento deciso dal governo contribuisca invece a ridurre gli spazi di confronto e discussione aperta'.