Referendum, Radicali a Di Battista: M5s ha occupato Rai, lui lo sa?

Pol/Vep

Roma, 13 gen. (askanews) - "La polemica di Di Battista sul referendum sul taglio dei parlamentari, al netto delle legittime paranoie di ciascuno, si mantiene ad un livello molto alto, ad altezza di nuvole. Lui fa bene a non chiedersi perché solo 669 eroi civili si sono recati a firmare nelle segreterie comunali, quando - ma lui non lo dice - ci sarebbe stato un potenziale di almeno 4milioni di italiani, pari al 10% che i sondaggi dicono corrispondere al numero degli italiani contrari al taglio. Com'è possibile che su 4milioni di potenziali firmatari solo in 669 si recano nelle segreterie comunali?". Lo afferma Maurizio Turco segretario del Partito Radicale

"Perché i media, e in particolare la RAI, oggi occupata anche dal M5S, in tre mesi non ha informato una sola volta, nemmeno una, che i cittadini potevano recarsi a firmare presso le segreterie comunali. Mentre la RAI okkupata dalla kasta, quella che il M5S voleva liberare dai partiti, quando il M5S promosse dei referendum, diede loro ampio spazio".