Referendum, Rojc (Pd): rinviarlo a salvaguardia democrazia

Pol-Afe

Roma, 3 mar. (askanews) - "Rinviare il referendum è doveroso a salvaguardia della democrazia, e così pure si deve evitare una sovrapposizione con le regionali". Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc (Pd), del comitato promotore nazionale e referente per il Friuli Venezia Giulia dei 'Democratici per il No', dopo che il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà ha annunciato una decisione entro la settimana sulla consultazione elettorale.

"Finora - spiega la senatrice - non ci sono state né ci sono tuttora le minime condizioni per garantire un'informazione adeguata della popolazione e un confronto tra le diverse posizioni. Lo stesso servizio pubblico radiotelevisivo dovrebbe risarcire ampi spazi di mancata informazione".

Per Rojc "con l'emergenza coronavirus in corso, con milioni di cittadini tagliati fuori dalla vita pubblica, è impensabile recuperare in 25 giorni una campagna referendaria mai cominciata. Auspico che non si vorrà sottovalutare questa consultazione, a prescindere da come la si pensi".