Referendum taglio dei parlamentari, Di Maio reagisce: “Ma vaf*****lo”

referendum taglio dei parlamentari

Raggiunto il quorum dei senatori necessario ad avviare il referendum sul taglio dei parlamentari. Fondamentale l’accelerazione che ha coinvolto anche alcuni esponenti di Forza Italia, come Maurizio Gasparri, Lucio Malan e Antonio De Poli. Il risultato alimenta le speranze di chi desidera elezioni anticipate, tra cui, in prima fila, il leader della Lega Matteo Salvini. A tal proposito ha commentato: “Sono d’accordo sui referendum in generale, ho votato quella riforma. Quando i cittadini confermano o smentiscono una riforma approvata dal Parlamento secondo me è sempre la scelta migliore”. Esultanza anche tra le fila del Partito radicale “Grazie a noi i parlamentari hanno trovato il coraggio di firmare per indire il referendum. Avremmo preferito la via popolare e che fossero i rappresentati a chiedere di potersi esprimere su una riforma costituzionale così importante, ma raggiungere le 500.000 firme nel silenzio dell’informazione è un’impresa impossibile”. Così hanno dichiarato Maurizio Turco e Irene Testa, segretario e tesoriere del partito.

Qual è stata, invece, la reazione di Luigi Di Maio? Osho ne dà un’interpretazione satirica, che merita persino la prima pagina de Il Tempo.

Referendum taglio dei parlamentari: reazione di Di Maio

“Ma vaf*****lo”: sulla scia del fondatore del Movimento, il fedelissimo grillino reagirebbe così al referendum sul taglio dei parlamentari. A immaginarlo nelle vesti di ministro stufo e stizzito è Osho, la cui immagine satirica è finita sui giornali e sta facendo il giro del web.

In prima pagina su Il Tempo, Di Maio reagisce senza censure alla notizia del referendum che mette a rischio la misura del Movimento 5 Stelle. La reazione è stata immaginata e appositamente creata da Osho, che ha realizzato una foto verosimile e ironica.

L’immagine incriminata ritrae il ministro pentastellato mentre si alza dalla sedia al termine di una puntata di Otto e mezzo in cui era ospite.