Regeni: 5 anni fa l’omicidio, 007 egiziani a processo in Italia/Adnkronos (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Un’inchiesta che ha avuto la svolta piu’ importante il 4 dicembre 2018. In quella data la Procura di Roma iscrive nel registro degli indagati cinque 007 egiziani, alti ufficiali dei servizi segreti civili e della polizia investigativa d'Egitto, accusati di sequestro di persona. Un risultato frutto del lavoro portato avanti anche grazie Sco e Ros, parte attiva nelle indagini italiane.

Indagini che in questi anni hanno contato decine di incontri proprio tra inquirenti e investigatori italiani e egiziani nel nome del dialogo a cui il Cairo ha risposto con parole formali o silenzi, come sull’ultima rogatoria dell’aprile del 2019 in cui si chiedeva, tra i diversi punti, l’elezione di domicilio dei funzionari della National Security.

E anche nell’ultimo incontro in videoconferenza tra inquirenti alla comunicazione della ferma volonta’ della procura di Roma di chiudere le indagini preliminari dall’Egitto attraverso il procuratore generale Hamada al Sawi sono arrivate le riserve “sulla solidità del quadro probatorio” che ritiene costituito “da prove insufficienti” per sostenere l'accusa in giudizio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli