Regeni: gup, nuove ricerche imputati a Ros e intervenga governo

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 10 gen. (Adnkronos) – Nuove ricerche degli imputati da compiere in Italia attraverso i carabinieri dell’antiterrorismo del Ros e la trasmissione degli atti al governo italiano per verificare eventuali esiti della rogatoria inoltrata all’Egitto nel 2019 e capire se ci sono margini per un’interlocuzione con le autorità egiziane. E’ quanto ha disposto il gup di Roma Roberto Ranazzi dopo la camera di consiglio nell’ambito della nuova udienza preliminare sull’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore italiano sequestrato, torturato e ucciso in Egitto nel 2016. Il giudice ha fissato una nuova udienza per il prossimo 11 aprile: in quell’occasione si dovrà verificare se gli accertamenti disposti avranno avuto risultati.

I carabinieri, per accertare il luogo di residenza o di lavoro degli imputati, quattro 007 egiziani, potranno utilizzare banche dati delle forze dell’ordine, elenchi telefonici e social network.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli