Reggio Calabria, giallo: tabaccaia uccisa nell’androne di casa

Reggio Calabria, giallo: tabaccaia uccisa nell’androne di casa

È stato ritrovato il cadavere di una donna di 66 anni. Si tratta di Mariella Rota, proprietaria di una tabaccheria vicina al luogo del delitto. In passato la donna, avrebbe subito più volte tentativi di rapina ed estorsione.

Tabaccaia uccisa

I vicini di casa della vittima avrebbero sentito urla e trambusto provenienti dall’androne dell’edificio. Hanno avvertito le forze dell’ordine, che una volta sul posto hanno trovato il corpo senza vita della tabaccaia uccisa. Una prima ricostruzione racconta che la donna era diretta verso la tua tabaccheria, poco distante da dove abita, quando all’improvviso è stata placata da almeno due persone. Non sono ancora chiare le dinamiche dell’incidente, tantomeno il movente. Gli agenti indagano per scoprire se si tratta di un tentativo di rapina finita male oppure di un omicidio premeditato.

Sul luogo del delitto sono prontamente intervenuti gli investigatori della squadra mobile e le volanti della Questura. Al fine di repertare ogni piccolo elemento che possa rivelarsi utile alle indagini, è intervenuta anche la polizia scientifica.
Gli investigatori hanno iniziato ad interrogare vicini e conoscenti della vittima, alla ricerca di indizi per dare un nome agli assassini della donna. Un ruolo fondamentale nelle indagini lo avranno i video registrati dalle diverse telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Filmati nei quali potrebbero essere impressi più volte gli assassini.

L’omicidio si è consumato in via Melacrino, una zona sempre molto trafficata vicino Piazza De Nava, in pieno centro.