Reggio Calabria, laboratorio droghe sintetiche e "smart". 4 arresti -2-

Mpd

Roma, 27 set. (askanews) - L'operazione si inserisce nell'ambito di un più ampio piano straordinario di controllo economico-finanziario del territorio, disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali, ferroviari e marittimi maggiormente a rischio, nonché delle attività commerciali presenti sull'intero territorio della provincia, preventivamente oggetto di specifiche analisi e selezione.

In particolare, a seguito di attento monitoraggio info-investigativo, operato anche attraverso la consultazione delle banche dati in uso al Corpo, una pattuglia delle Fiamme Gialle, aveva a suo tempo effettuato una perquisizione nell'abitazione di uno dei fermati oggi, alla ricerca di stupefacenti per lo spaccio, anche in ragione dei suoi precedenti specifici. Allora i finanzieri avevano rinvenuto e sequestrato circa 50 grammi di marijuana, oltre 10 grammi di funghi allucinogeni, oltre 11 grammi di pastiglie e capsule gastroresistenti contenenti amfetamina, 2 bilancini di precisione e 2 tritaerba. Era stata, inoltre, trovata una busta postale aperta proveniente da Amsterdam (Olanda), priva dell'indicazione del mittente e indirizzata all'esercizio commerciale presso il quale l'uomo prestava la sua attività lavorativa. Una seconda perquisizione nell'esercizio commerciale, portava al ritrovamento e al sequestro di un fungo allucinogeno, un bilancino di precisione e 400 euro in contanti (probabilmente profitto dello spaccio). (Segue)