Reggio Calabria, laboratorio droghe sintetiche e "smart". 4 arresti -3-

Mpd

Roma, 27 set. (askanews) - I militari operanti, poi, visto il palpabile nervosismo manifestato dal fratello dell'indagato, presente alle operazioni di perquisizione dell'esercizio commerciale, estendevano le attività anche nei confronti di quest'ultimo. Due ulteriori perquisizioni presso le abitazioni nella disponibilità del fratello consentivano il ritrovamento di un vero e proprio laboratorio di produzione di droghe sintetiche, funghi allucinogeni e smart drugs. Con il sequestro di oltre 90 grammi di marijuana, oltre 170 grammi di funghi allucinogeni, 3 involucri contenenti delle spore di funghi allucinogeni, 1 kit di coltivazione per funghi allucinogeni, 1 pastiglia di derivati dell'oppio, 3 bilancini di precisione perfettamente funzionanti, oltre 600 euro in contanti, nonché un ingente quantitativo di altre sostanze che, consapevolmente miscelate tra loro, possono essere utilizzate per la produzione di sostanze stupefacenti. Da un controllo su pc e smartphon dei due fratelli emergeva la cronologia degli ordini online effettuati dai soggetti, aventi a oggetto sostanze provenienti dall'Olanda. Entrambi erano stati arrestati e processati per rito direttissimo che ne disponeva gli arresti domiciliari.

Durante le operazioni di perquisizione dell'esercizio commerciale a conduzione familiare, erano anche stati trovati alimenti e bevande in stato di alterazione e di cattiva conservazione: oltre 2.700 grammi di preparato per pasticceria, oltre 2.700 grammi di granella di nocciola, oltre 2.000 grammi di confetti di vario assortimento, oltre 12 kilogrammi di farina di semola di grano duro, circa 1.000 grammi di cannella in polvere e circa 600 grammi di mandorle affettate. Tutto sequestrato con relativa denuncia a piede libero di due persone.