Reggio Emilia, il festival Fotografia europea torna dal 21 maggio

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 mar. (askanews) - Dal 21 maggio al 4 luglio 2021 torna a Reggio Emilia Fotografia europea, uno dei Festival di fotografia più interessanti in Italia, promosso e prodotto da Fondazione Palazzo Magnani insieme al Comune di Reggio Emilia e con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

Con una rinnovata direzione artistica, in cui Diane Dufour e Tim Clark affiancano Walter Guadagnini, combinando sguardi internazionali e sensibilità differenti, l'offerta culturale della XVI edizione del Festival si arricchisce ulteriormente, e - ispirandosi a un celebre verso di Gianni Rodari "Sulla Luna e sulla Terra / fate largo ai sognatori!" - invita tutti a continuare a guardare in alto, a produrre contributi visivi che ci accompagnino verso prospettive nuove e necessarie, soprattutto in questo periodo di spaesamento.

Dopo la pausa dovuta alle limitazioni necessarie a contenere la pandemia, che ha purtroppo portato alla cancellazione dell'edizione 2020, Fotografia europea torna a coinvolgere Reggio Emilia con decine di progetti fotografici, molti dei quali si interrogano sul ruolo delle immagini e della cultura visiva in questo particolare momento storico, ponendo l'accento sulla natura complessa delle immagini, che con la loro indeterminatezza, provvisorietà, ambiguità, sono un ottimo punto di partenza per ripensare il mondo in cui viviamo.

Il Festival - nato con l'obiettivo di creare un appuntamento nazionale e internazionale capace di consolidare un lavoro permanente sulla fotografia, coinvolgendo artisti di fama internazionale e le principali istituzioni culturali e spazi espositivi del territorio - richiama ogni anno un pubblico ampio ed eterogeneo, di addetti ai lavori, di curiosi e appassionati. L'arrivo, accanto a Walter Guadagnini nella direzione artistica, di Diane Dufour - direttrice fino al 2007 di Magnum Photos, fondatrice dello spazio espositivo Le Bal (Parigi) e collaboratrice di Fotografia europea dal 2015 al 2017 - e di Tim Clark - curatore e docente, fondatore e capo redattore del magazine online di fotografia 1000 Words - rafforza ulteriormente gli obiettivi di internazionalizzazione e di arricchimento del progetto. Inoltre, forte della collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, il Festival ha creato negli anni una rete con le più importanti istituzioni culturali del territorio, che quest'anno vedono in particolare il coinvolgimento del MAST di Bologna, della Collezione Maramotti (RE) con le mostre Show Case. L'archivio esposto e Mollino/Insides, e di Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea di Rubiera (RE) che esporrà le mostre Lunario di Guido Guidie Quattro Cortili di Luca Nostri.