Regina Elisabetta, che rapporto aveva con i figli? "Lontana e inaccessibile"

Queen Elizabeth II smiles at a soldier while visiting a display of equipment and soldiers at the Burnham Military Camp near Christchurch February 25, 2002. [The Queen and the Duke of Edinburgh spent the day in Christchurch as part of their five-day visit to New Zealand.]
Regina Elisabetta, che rapporto aveva con i figli? "Lontana e inaccessibile"

Il mondo intero piange la scomparsa della regina Elisabetta. Simbolo di un'epoca, la sovrana più longeva della storia britannica lascia il regno nelle mani del suo primogenito Carlo. Per decenni ha rispettato gli impegni istituzionali nel Regno Unito, nel Commonwealth e non solo. Spesso lontana dalla famiglia, che rapporto aveva con i figli?

VIDEO - I sudditi di Elisabetta omaggiano la Regina scomparsa. Fiori, ritratti e candele ai cancelli di Balmoral

Con la morte di Elisabetta II se ne va una figura solida che ha attraversato la storia del Novecento, lasciando un segno indelebile. Il mondo commemora la regina e al suo funerale, eccetto alcuni esclusi, sono attese almeno un milione di persone. Elisabetta II, deceduta a 96 anni nel castello di Balmoral (la residenza scozzese che preferiva), ha dedicato la sua vita al servizio dell’impero. Educata dalla nonna Mary, si è formata negli anni del nazismo e dal padre ha ereditato la fedeltà al suo popolo. Senza la sua leader carismatica, il Paese si sente più solo, ma unito nel suo smarrimento. Intanto non mancano i dubbi sul futuro regno di Carlo III. La monarca è stata una presenza costante per il popolo britannico, ma lo è stata anche per la sua famiglia?

LEGGI ANCHE: Qual è la personalità di Carlo III? Ecco cosa emerge dalla sua scrittura

In occasione del suo primo discorso da re, Carlo III ha ricordato la madre dedicandole parole d'affetto e ammirazione. Lo stesso hanno fatto i nipoti Willam e Harry, chi ricordando la sua presenza nei momenti più felici e in quelli più tristi, chi definendola una “bussola guida”, animata da “grazia e dignità incrollabili". Tuttavia, Elisabetta II non sempre è stata presente per la sua famiglia.

A ricordarlo è stato lo stesso Carlo, in un'autobiografia autorizzata, definendo la madre "lontana e inaccessibile". Nel 1953, quando fu proclamata regina, partì per un lungo viaggio in giro per il mondo. I figli Carlo e Anna allora avevano 5 e 3 anni e non la videro per cinque mesi.

Inoltre, ha raccontato che sono state le tate a insegnarli "a giocare", ma anche "ad assistere ai suoi primi passi, a punirlo e a premiarlo quando necessario, ad aiutarlo a trasformare i suoi primi pensieri in parole". Lo sottolinea bene il giornalista Antonio Caprarica, esperto conoscitore della monarchia britannica, secondo cui "nascere in una famiglia reale significava nascere praticamente senza genitori".

LEGGI ANCHE: Morte regina Elisabetta, Kate Middleton consolata da Louis: il gesto commovente

I biografi, inoltre, raccontano che i figli - Carlo, Anna, Andrea ed Edoardo - potevano vedere i genitori solo pochi minuti al giorno, prima che si dedicassero agli affari di Stato o dopo cena. La giornalista Ingrid Seward riferì di un episodio che confermerebbe il distacco tra la regina e i suoi figli. Elisabetta II, infatti, pare che una volta si dimenticò persino del compleanno di Edoardo, conte di Wessex e ultimo dei suoi quattro figli. "Accadde quando lui viveva ancora a Buckingham Palace. Quel giorno si presentò alla colazione con sua madre, la quale non gli rivolse praticamente parola, non gli fece gli auguri di compleanno, non gli diede regali. Solo qualche ora più tardi si ricordò dell’anniversario, chiamò il figlio al telefono e gli fece recapitare un dono", raccontò la giornalista. Al contrario, aggiunse, se si fosse trattato del figlio Andrea, non ci sarebbe stata alcuna dimenticanza. "E' sempre stato il suo preferito", dichiarò la Seward (confermando parecchie indiscrezioni).

GUARDA ANCHE - Re Carlo, clamoroso: ecco chi ha escluso dalla Royal family

Non fu solo una madre rigida. Ad averlo sottolineato è stata la figlia Anna, che con la regina ha sempre avuto un rapporto molto stretto. "Sono convinta che nessuno di noi abbia mai pensato, anche solo per un secondo, che lei non ci abbia voluto bene come qualsiasi altra madre con i propri figli", ha dichiarato. Le cronache britanniche e non solo si divertirono a raccontare che la regina andava di persona in un grande magazzino londinese per scegliere i regali di Natale per Anna e Carlo.

GUARDA ANCHE - Chi è Elisabetta II, la sovrana più longeva d’Inghilterra

Anche il giudizio del figlio con il tempo si ammorbidì. La chiamò "darling mama" in occasione dei suoi 80 anni, nel 2006. "Ho una memoria vivida di molti anni fa, prima dell’incoronazione, quando veniva a dire buonanotte a me e mia sorella con la corona in testa, in modo da abituarsi al suo peso. Ricordo l’eccitazione di quando la raggiunsi con lo yacht reale, il Britannia, durante il tour del Commonwealth nel 1954", è un altro aneddoto raccontato da Carlo.