Regina Elisabetta, inizia l'ultima parte del viaggio: la salma arriverà a Londra

regina feretro
regina feretro

Per la regina Elisabetta II ha avuto inizio l’ultima parte del viaggio. Il feretro è partito da Edimburgo e si è diretto verso Londra dove il prossimo 19 settembre si svolgerà il funerale.

Il feretro ha raggiunto Buckingham Palace

La salma è stata accolta da una fitta folla che ha atteso l’arrivo della sovrana nonostante la pioggia, il tutto è stato accompagnato da un unico e grande applauso. Presenti all’arrivo della monarca, Re Carlo III e la consorte Camilla, i fratelli del sovranno Anna, Andrea ed Edoardo con i nipoti William ed Harry e le due mogli Kate e Meghan. Il feretro verrà posto nella Bow Room, infine nel pomeriggio di mercoledì 14 settembre sarà trasportato a Westminster.

Elisabetta, la salma è atterrata all’aeroporto di Londra

Il feretro di Elisabetta è partito dall’aeroporto di Edimburgo. A bordo di un cargo C-17 Globemaster della Raf è atterrato poi a N0rtholt, aeroporto situato alle porte della capitale britannica. A viaggiare con la sovrana, l’amata figlia Anna che non ha mai lasciato da sola la salma della madre. Infine, il feretro ha fatto il suo ingresso a Buckingham Palace dopo essere stato caricato su un’auto funebre.

Re Carlo III si è recato a Belfast

Nel frattempo il sovrano ha presenziato nella giornata di martedì 13 settembre alla messa in memoria della defunta regina che si è svolta nella cattedrale di Sant’Anna a Belfast. Alla cerimonia erano presenti, oltre alla regina Consorte Camilla anche il presidente irlandese Michael D Higgins, il prim0 ministro Micheal Martin e la sua omologa inglese Liz Truss. Conclusa la messa, i reali hanno salutato i presenti e stretto le mani ai sudditi, infine hanno preso un volo e si sono diretti a Londra dove ritroveranno la salma della Regina Elisabetta.

Il segretario generale dell’ONU Guterres non sarà presente ai funerali

Il segretario generale dell’ONU Guterres non parteciperà al funerale della Regina Elisabetta. Ad annunciarlo il portavoce Stephane Dujarric. Stando a quanto si apprende l’assenza sarebbe legata ai preparativi dell’assemblea generale delle Nazioni Unite che avrà luogo il 20 settembre. Farà le veci del segretario ONU il capo di gabinetto del segretario generale Courtenay Rattray.