Regionali, Berlusconi: sono ottimista, c'è voglia cambiamento

Pol/Vep

Roma, 22 gen. (askanews) - "Sono ottimista perchè tutti i segnali che ci vengono dall'Emilia-Romagna, come del resto dalla Calabria, sono di una voglia di cambiamento diffusa anche fra coloro che tradizionalmente votavano a sinistra. Una svolta in Emilia-Romagna sarebbe salutare per tutti, persino per il Pd: settant'anni di potere ininterrotto logorano anche la migliore classe dirigente". Lo afferma il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in una intervista al Quotidiano Nazionale.

"Se vince il centrodestra in Emilia-Romagna cambia la storia del nostro Paese, perchè la sinistra dimostra di non essere più rappresentativa dei tradizionali ceti di riferimento neppure nelle sue storiche roccaforti", aggiunge. Si allargherà anche l'egemonia di Salvini sul centrodestra? "Vedo soltanto una brava presidente e un'ottima giunta che faranno ripartire l'Emilia Romagna. Il resto appassiona solo il ceto politico che vive di pettegolezzi, non gli elettori e non me. In ogni caso per vincere e per governare, in Emilia-Romagna come a livello nazionale, il centro liberale, cattolico, garantista che noi rappresentiamo è necessario quanto la destra leghista".