Regionali, in Campania si lavora a Stati generali centrodestra

Psc

Napoli, 23 set. (askanews) - Stati generali del centrodestra ad ottobre per definire "il programma di governo e scegliere il candidato presidente della Regione", un personaggio che sia "radicato sul territorio, rappresentativo del consenso popolare e con la necessaria esperienza per poter governare e con una forte squadra di governo". E' l'idea lanciata da Salvatore Ronghi, dirigente federale di Sud Protagonista, ai responsabili regionali di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega, riuniti a Napoli per l'iniziativa su "Sud e sovanismo per un centrodestra unito e vincente".

Per scegliere il candidato, secondo Ronghi, potrebbero essere utili anche "le primarie di coalizione" e i punti sui quali cercare intese sono: lavoro, ambiente, salute, trasporti. "Il centrodestra deve ripartire dal programma di governo sui grandi temi della vita dei cittadini e - ha proseguito - deve farlo attraverso un grande confronto politico e sociale, mettendo allo stesso tavolo partiti, movimenti politici, associazioni, sindacati, mondo delle professioni e delle imprese". Per Ronghi le elezioni regionali di primavera dovranno essere l'occasione "per il centrodestra per fermare 'l'alleanza delle poltrone' composta da Pd e M5s e per dare una svolta di governo alla Campania rispetto ai fallimenti di De Luca e del centrosinistra".

"Agli Stati generali del centrodestra - ha aggiunto Gabriella Peluso, segretario federale di Sud Protagonista - bisogna partire dal programma, incentrato sui grandi temi del lavoro, dell'ambiente, della salute e dei trasporti. Dobbbiamo condividere un programma forte e andare a vincere con un candidato altrattento forte che rappresenti questi temi".

(segue)