Regionali, in Campania si lavora a Stati generali centrodestra -2-

Psc

Napoli, 23 set. (askanews) - I presupposti affinché il centrodestra sia unito alla elezioni regionali in Campania "esistono" dal momento che "condividamo tanti valori" e occorre "vedere se ci sono delle linee programatiche che possono convergere". Così Gianluca Cantalamessa, parlamentare e presidente della Lega in Campania, secondo il quale il suo partito dovrà avere "un ruolo centrale" dal momento che i campani "ci hanno premiato alle Europee facendo diventare la Lega il primo partito del centrodestra". Resta, comunque, fondamentale "indicare le soluzioni che i cittadini aspettano".

"Il percorso sui nomi - ha aggiunto - è ancora lungo, vanno viste le altre Regioni che vanno al voto e bisogna fare dei ragionamenti sui tavoli nazionali, al territorio spetta il compito di trovare le giuste soluzioni amministrative". In merito poi alla candidatura di Edmondo Cirielli, coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, per la presidenza della Regione, Cantalamessa ha sottolineato: "Che ci siano aspirazioni di singoli è legittimo, poi il tavolo ufficiale è un altro discorso", "lavoriamo sui programmi, alle persone interessano poco i nomi e di più i programmi su cui lavoriamo". Poco realistico, però, per l'esponente della Lega il ricorso alle primarie che ritiene "uno strumento efficace quando non esistono organizzazioni atte a garantirne il regolare svolgimento".

(segue)