Regionali, card. Bagnasco: infrastrutture sono priorità Liguria

Fos

Genova, 29 gen. (askanews) - "Le infrastrutture devono continuare e portarsi a veloce compimento, bisogna continuare questa apertura della Liguria oltre sé stessa per il bene non solo suo ma dell'Italia e anche del Nord Europa". Così l'arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei, cardinale Angelo Bagnasco, a margine del tradizionale incontro di inizio anno con il governatore Giovanni Toti, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano quale siano le priorità per la Liguria in vista delle prossime elezioni regionali.

"La Gronda - ha sottolineato Bagnasco - è il naturale compimento, o meglio, l'avanzamento di quello che finalmente vediamo in essere, che è il Terzo Valico, e che è il preludio anche gli altri lavori sempre nella medesima direzione della mobilità e della agibilità del traffico, che non è soltanto una comodità di chi va e viene magari per turismo per altri motivi legittimi e nobili ma soprattutto per il lavoro". 

"La formazione al lavoro inoltre - ha concluso il cardinale - diventa sempre più una cosa importante per tanti giovani, e non solo, che cercano lavoro, ma che devono orientarsi bene perché ci sono delle situazioni lavorative dove non si trova personale qualificato, e non penso soltanto alle lauree prestigiose, ma ad altre professionalità, ugualmente importanti".