Regionali, Carfagna: ora riorganizzare i moderati

Pol-Afe

Roma, 27 gen. (askanews) - "Tutti i miei auguri a Jole Santelli, che ha colto un risultato importante e dimostrato che Forza Italia ha ancora valide carte da giocare sulla scena politica. I risultati elettorali dicono due cose al nostro mondo. La prima è lo spostamento del baricentro del consenso al Sud, la sola area dove le potenzialità di Forza Italia restano alte: il partito deve incoraggiare questa tendenza con proposte e azioni in difesa del Meridione e farne la sua priorità politica. Il secondo dato è il fallimento della strategia della spallata, che vedeva la conquista dell'Emilia-Romagna come apripista di una crisi di governo e per la convocazione di nuove elezioni politiche. Questo scenario non si realizzerà. La legislatura proseguirà e i suoi principali attori - Pd e M5S - già hanno annunciato congressi di rifondazione per attrezzarsi ai prossimi due-tre anni". Lo dichiara Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

"Riorganizzare l'area moderata - aggiunge - diventa, in questo contesto, una priorità: dove esiste, come in Calabria, il Centrodestra vince di larga misura. Dove è ridotta al lumicino, come in Emilia-Romagna, non si vince e non si governa: il traino del sovranismo non basta, anzi suscita anticorpi sufficienti a rianimare una sinistra che sembrava destinata a un lento declino. Il voto, insomma, obbliga la classe dirigente di Forza Italia a una riflessione a tutto campo, ben oltre la legittima soddisfazione per il voto calabrese o le giustificazioni consolatorie del misero 2,6 per cento emiliano".