Regionali, Conte: "Non è voto su governo, noi avanti"

webinfo@adnkronos.com

Il voto di domenica in Calabria e in Emilia Romagna "non riguarda la sopravvivenza del governo, e non riguardano la mia personalmente: spero di vivere oltre domenica. Scherzi a parte, questo non è un voto sul governo, sarebbe assolutamente improprio. Qui non si vota per il governo". Così Giuseppe Conte, a margine della presentazione del manifesto di Assisi assicura che il governo andrà avanti anche in caso di risultato negativo alle regionali di domenica. 

Quanto all'eventuale non rispondenza tra il voto delle regionali e la maggioranza in Parlamento, Conte spiega: "Si chiama democrazia parlamentare. Funziona così. O si va votare ogni sei mesi per creare una perfetta rispondenza del Parlamento e quindi dei governi ai sondaggi, ma non lo credo perseguibile perché non si potrebbe dispiegare un'azione di governo, oppure bisogna accettare che quando si forma un Parlamento i governi vanno in Parlamento e ricevono la fiducia".  

Col taglio del cuneo fiscale varato ieri in Cdm ''i lavoratori avranno in busta paga 3 miliardi in più. Qualcuno fa della facile ironia, qualcuno che probabilmente ha una solida consistenza patrimoniale, per dire che sono spiccioli. In particolare a Salvini dico: sei stato ministro dell'Interno per 15 mesi, perché non hai proposto tu il taglio delle tasse?'' ha detto il premier a margine della presentazione del manifesto di Assisi. ''Indossi la felpa per cercare i facili consensi, perché quando eri ministro - l'affondo - non hai portato proposte per pagare gli stipendi arretrati ai vigili e alle forze di sicurezza?''.