**Regionali: Fratoianni, 'se Pd e M5S divisi noi con chi stiamo? Nulla è scontato'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 nov. (Adnkronos) – "Nulla è scontato". Nicola Fratoianni risponde così in Transatlantico a chi gli chiede quale sarà la scelta di Sinistra Italia e Verdi nel caso – ormai quasi scontato – che Pd e M5S vadano separati alle regionali. Stamattina in una conferenza stampa alla Camera sulle regionali nel Lazio, l'alleanza Verdi-Sinistra si è proposta come 'mediatrice' tra dem e grillini per ritrovare l'unità necessaria per non consegnare la regione alla destra. Conferenza stampa nella quale alcune ragioni, come il no al termovalorizzatore dei 5 Stelle, sono state condivise.

Ma se la mediazione dovesse fallire, che farete? "Nulla è scontato. Ormai non esistono più le coalizioni unite da un orizzonte comune. Alle politiche c'è stata un'alleanza elettorale con il Pd ma, come abbiamo detto più volte, c'erano diversi punti su cui non eravamo d'accordo dalla guerra al governo Draghi. Ora passate le politiche, quella fase si è chiusa e si riparte da zero. Punto e a capo".

Le primarie possono essere una soluzione per tenere insieme la coalizione? "Dipende. Se servono ad allargare anche ai 5 Stelle, sì. Altrimenti no". Quindi, che farete? "Se troveremo le ragioni per stare con il Pd, staremo con il Pd. Se le troveremo con i 5 Stelle, potremmo stare con i 5 stelle. Oppure potremmo anche andare da soli. Ogni volta si pensa che noi dobbiamo essere fagocitati da qualcuno ma, come si è visto alle politiche, abbiamo superato la soglia in serenità: noi il nostro spazio lo abbiamo".