Regionali: Orlando (Pd), 'con Azione? Serve prima chiarimento, non rimozione'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 nov (Adnkronos) – "Leggo interessanti discussioni sulle alleanze per le prossime elezioni regionali. Fatto salvo che compete ai gruppi dirigenti delle regioni interessate l’ultima parola, mi auguro non appaiano come “invasioni di campo” due semplici considerazioni". Lo scrive su Facebook Andrea Orlando, del Pd.

"La prima: credo che, così come sosteniamo a livello nazionale, sia utile far emergere con maggiore nettezza il profilo politico-programmatico sulla base del quale il Pd si candida a guidare le regioni interessate. So che un importante lavoro in questa direzione è stato fatto dai gruppi dirigenti regionali. A mio avviso è utile farlo emergere maggiormente di fronte all’opinione pubblica, mentre si parla di alleanze", prosegue.

"La seconda: leggo che si parla di alleanze con forze che prima delle elezioni politiche abbiamo accusato di inaffidabilità, dopo i tentativi di alleanza e la rottura del patto già sottoscritto. Sono convinto che la costruzione delle alleanze si faccia superando anche conflitti e incomprensioni -sottolinea Orlando-. Rischia di non essere credibile, però, se si basa sulle rimozioni. A meno che non si ritenga che il patto rotto da Azione, dopo la firma, sia stato frutto solo di un malinteso. Un chiarimento in ogni caso credo sia la condizione per rendere credibile qualsiasi tipo di scelta".