## Regionali, Più Europa, Psi e Pri a sostegno di Bonaccini

Pat

Bologna, 27 dic. (askanews) - L'Emilia-Romagna ha tutti i conti in regola per dimostrare l'importanza dell'Europa e il necessario legame con essa per affrontare le sfide globali. Consegnare la guida della Regione a chi ha idee nazional-sovraniste come Matteo Salvini sarebbe "tafazziano". Anche solo queste due ragioni hanno convinto Più Europa, Psi e Pri a sostenere Stefano Bonaccini alle elezioni del 26 gennaio. Sono state raccolte circa ottomila firme e a presentare il sostegno al governatore sono arrivati a Bologna i leader dei partiti tra cui Benedetto Della Vedova ed Emma Bonino.

Qui con Bonaccini, ha spiegato Della Vedova "c'è un'idea di Emilia-Romagna e di Italia che si contrappone a quella nazional-sovranista di Salvini. Un'Emilia-Romagna aperta per la crescita e lo sviluppo, ancorata, agganciata, protagonista in Europa". In vista del 26 gennaio "c'è stato un impegno notevolissimo da parte dei militanti e c'è stato un eccellente riscontro degli emiliano-romagnoli che hanno deciso di premiare l'impegno di Più Europa, per una lista europeista, liberal democratica e riformatrici per Bonaccini".

Gli ha fatto eco Emma Bonino: quella di Bonaccini è l'idea di una "Regione più aperta, che dall'Europa ha tratto grandi benefici. E' il momento che si faccia conoscere meglio all'interno di altre regioni italiane perché sappiano guardarla come un esempio, per esempio, di come si usano bene i fondi europei, di come l'Europa sua un mercato indispensabile per i nostri prodotti e di come tutta una serie di 'made in Italy' possano essere una bandiera di sviluppo, di lavoro, di impiego e di posti di lavoro. Il lavoro non lo crea lo Stato; piaccia o no il lavoro lo crea l'impresa".

"Onorato" per il sostegno di Più Europa, Psi e Pri il candidato in persona che ha partecipato a Bologna all'incontro: "Non posso che ringraziare per la scelta di campo dentro un centrosinistra molto nuovo - ha detto Bonaccini - all'interno del quale hanno voluto far parte anche amministratori che alle ultime elezioni hanno battuto il Pd".

Domenica 29 dicembre all'Autodromo di Imola si terrà l'iniziativa di presentazione di tutti candidati delle sei liste che sostengono Bonaccini: Partito democratico, Lista Bonaccini Presidente, Emilia-Romagna Coraggiosa Ecologista Progressista, Europa Verde, Volt Emilia-Romagna, Più Europa PSI PRI. All'evento sarà presente il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. L'appuntamento di Imola sarà anche l'occasione per presentare le proposte programmatiche per la prossima legislatura, a partire dal primo pilastro dei quattro sui quali si basa il progetto di Bonaccini "Emilia-Romagna. Un passo avanti" per il futuro della regione: fare dell'Emilia-Romagna la regione della conoscenza.