Regionalismo in Ue dopo Brexit. Convegno a Londra Italian Society

Cro-Mpd

Roma, 16 gen. (askanews) - Oggi a Londra la parlamentare Emanuela Rossini (Gruppo misto, Minoranze linguistiche) parteciperà a un'iniziativa promossa dall'Italian Society al King's College di Londra dal titolo "Regionalism in Europe after Brexit. The cases of Italy and UK". Rossini parlerà della necessità che in questa fase storica così complessa e inedita, l'Italia si ponga come promotrice di azioni di 'network', anche grazie ai nostri giovani nel mondo. L'esperienza dell'autonomia raggiunta dal Trentino Alto Adige e il livello di dibattito in corso sul Regionalismo differenziato in Italia possono rappresentare - è la tesi - un modello post Brexit che privilegi il dialogo, la negoziazione a cui va aggiunta una maggiore responsabilità dei territori come chiave di volta per un'integrazione virtuosa tra i diversi livelli di governo.

Insieme alla deputata Rossini interverrà il deputato scozzese Patrick Grady (Scottish National Party) che farà il punto sulle recenti posizioni del suo partito dopo la richiesta negata di un secondo referendum per l'indipendenza dal Regno Unito. La sessione sarà introdotta dalla professoressa Leila Simona Talani, esperta di economia e politica internazionale. Al termine delle relazioni è previsto un momento di confronto con il pubblico.

Rossini, trentina, linguista, esperta in politiche culturali, formazione e partnership internazionali, è membro della Commissione Politiche Ue e Bicamerale Affari Regionali. In parlamento si occupa in particolare di questioni europee, regionalismo e autonomie e di tematiche legate ai minori e ai giovani.