Regionarie M5s, domani si vota per candidati presidenti Marche e Veneto

Pol/Vep

Roma, 4 mar. (askanews) - Domani, giovedì 5 marzo, a partire dalle ore 12 e fino alle ore 12 di venerdì 6 marzo, gli iscritti a Rousseau certificati e abilitati al voto e residenti nelle regioni Marche e Veneto, saranno chiamati a votare per la scelta dei nomi dei candidati presidenti del Movimento 5 Stelle per le prossime elezioni regionali. E' quanto si legge nel blog delle Stelle.

I nominativi sono stati pubblicati sul Blog delle Stelle. "Ricordiamo che, per segnalare al Collegio dei probiviri uno o più tra i nominativi dei candidati a tutela del MoVimento 5 Stelle, è possibile farlo accedendo qui all'apposita Area Segnalazioni di Rousseau - si legge - Si precisa che potranno votare solo gli iscritti da almeno sei mesi, con documento certificato. Ciascun iscritto può verificare il proprio stato di iscrizione facendo login e controllando il bollino colorato accanto al nome (in alto a destra): se il bollino è verde l'utente è certificato e abilitato al voto. Tutti coloro che avessero bisogno di supporto possono consultare la pagina di Faq su Rousseau o scrivere a supporto@movimento5stelle.it o sulla pagina Facebook".

  • Uomo scende in strada con una motosega: era stanco di stare in casa
    Notizie
    notizie.it

    Uomo scende in strada con una motosega: era stanco di stare in casa

    Un uomo viola la quarantena e scende in strada a Torino armato di motosega per dissuadere dalle contestazioni: arrestato.

  • Coronavirus, a Bergamo per la prima volta più dimessi che ricoverati
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, a Bergamo per la prima volta più dimessi che ricoverati

    Prima inversione di tendenza dall'inizio dell'epidemia nella città più colpita d'Italia.

  • Gf Vip, Antonio Zequila dopo l’uscita: “Sono confuso”
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, Antonio Zequila dopo l’uscita: “Sono confuso”

    Appena uscito dalla Casa del Grande Fratello Vip, Antonio Zequila ha voluto commentare sui social l'avventura vissuta nel reality show

  • Borrelli: "Seconda ondata? Possibilità di ritorno per chi non è stato colpito"
    Notizie
    Adnkronos

    Borrelli: "Seconda ondata? Possibilità di ritorno per chi non è stato colpito"

    "Questa situazione ci permette di respirare anche soprattutto per quelle che sono le strutture sanitarie, le terapie intensive, i ricoveri, anche il nostro personale sanitario e le strutture soprattutto si stanno alleggerendo di un carico di lavoro che ogni giorno era sempre più forte e comportava pesanti sacrifici e impegni straordinari per trovare nuovi posti di ricovero e cura. Si tratta di una situazione che ci permette di gestire l'emergenza con minore affanno e ovviamente questo perché sono stati posti in essere comportamenti che assolutamente devono permanere". Lo ha detto Angelo Borrellli capo della Protezione civile, ospite del programma Circo Massimo su Radio Capital commentando la "situazione pianeggiante" nella quale il Paese si trova attualmente in termini di contagi.  Sulla circolare del Ministero degli Interni che è parsa autorizzare, salvo precisazione successiva, 'l'ora d'aria' per i bambini Borrelli dice: "Bisogna andare avanti con il massimo rigore, anche la circolare esterna alla luce di quelli che sono stati i chiarimenti, di fatto non sposta i termini dei comportamenti, dobbiamo fare assolutamente attenzione per evitare di trovarci in una situazione nella quale ci sfugge nuovamente la catena dei contagi e ribadiamo che l'ora d'aria è una misura non ancora operativa e bisogna rispettare le regole di prudenza e stare in casa". Nell'ottica della ripresa, di una fase 2 in cui si ricomincerà a convivere con il virus, "su questo scenario stanno lavorando gli esperti, la parte tecnico-scientifica, ci diranno loro quali saranno le modalità operative di questa ripresa, sicuramente le mascherine servono ma serve soprattutto il distanziamento sociale, le mascherine sono ancora un problema anche se non per i sanitari con i carichi importanti dall'estero".  La decisione sulla fase 2, ricorda ancora ai microfoni di Radio Capital il capo della Protezione Civile "è riservata agli esperti, gli unici a dover dettare la linea", mentre sulla data del 16 maggio, data individuata come inizio della fase 2 ed eventuale e lento ritorno a una relativa normalità, dice: "Se le cose non cambiano può essere ma dipende dai dati, oggi siamo in una situazione stazionare, dobbiamo vedere quando inizia a decrescere e come ritornare. Non vorrei dare date ma sicuramente il 16 maggio è un periodo di tempo lungo e da qui al 16 maggio potremo avere risultati ancora ulteriormente positivi che consigliano di riprendere le attività nella fase 2". Sul "conflitto" riaperto con le regioni e le dichiarazioni di Fontana sull'autosufficienza della sanità lombarda e la mancanza di risorse dal governo centrale, Borrelli risponde: "Per quanto riguarda l'emergenza i presidenti delle Regioni sono stati nominati soggetti attuatori del capo dipartimento della Protezione Civile e il governo centrale ha garantito le risorse per l'acquisto dei dpi e degli altri dispositivi necessari per il superamento dell'emergenza. Sarebbe stato un guaio se il governo nazionale e il dipartimento della Protezione Civile avessero attratto a sé ogni competenza in materia di acquisizione di dispositivi di protezione individuale - dice - sappiamo che in ordinario queste attività sono garantite dalle Regioni perché la sanità è regionale; nel momento in cui c'é stata l'emergenza è intervenuto il dipartimento ma sono stati anche incaricati i presidenti della Regioni di poter acquisire direttamente, con risorse a carico dell'emergenza, tutto quello che era necessario". L'esigenza di avere una cabina di regia unica con l'emergenza è venuta fuori: "è evidente - conferma Angelo Borrelli - perché ci vuole, soprattutto nella gestione dell'emergenza, una regia unitaria forte, condivisa e coesa e sotto questo punto di vista ci sarà da ripensare anche al modello organizzativo". Sul problema della forniture delle mascherine "se ne sta occupando il commissario Arcuri - chiarisce Borrelli - Abbiamo avuto una esplosione di domanda di mascherine, la domanda credo sia cresciuta di 20 volte, siamo arrivati a 100 milioni di mascherine circa al mese come fabbisogno del sistema sanitario con una realtà nazionale che non aveva la capacità produttiva perché non si produceva in Italia e si tratta di far partire anche una produzione nazionale mentre si continua nella ricerca e nell'importazione di mascherine dall'estero, soprattutto sulla base degli accordi bilaterali che si sono realizzati con la Cina. Dobbiamo continuare a importare fin quando ce n'è bisogno e far crescere una produzione nazionale".  Sul rischio di una seconda ondata di virus, Borrelli dice: "C'è una possibilità di ritorno soprattutto per chi non è stato colpito, bisogna usare misure forti e precauzionali, per questo non voglio sbilanciarmi su aperture e modalità, valutazioni che devono esser fatte con attenzione e soprattutto ci deve essere anche un attento monitoraggio successivo di quello che è l'andamento della diffusione del virus".

  • Vita in quarantena: inquinamento in casa 5 volte maggiore che fuori
    Notizie
    Askanews

    Vita in quarantena: inquinamento in casa 5 volte maggiore che fuori

    Corso ECM Consulcesi: consigli degli esperti per i professionisti

  • Fermato per un controllo sputa in faccia al carabiniere e accoltella l’altro
    Notizie
    notizie.it

    Fermato per un controllo sputa in faccia al carabiniere e accoltella l’altro

    Un uomo viene fermato per un controllo ma sputa in faccia a un carabiniere e accoltella l'altro alla mano: tragedia a Firenze.

  • Esperto a Casa Bianca: "Virus si può diffondere anche senza starnuti e tosse"
    Notizie
    Adnkronos

    Esperto a Casa Bianca: "Virus si può diffondere anche senza starnuti e tosse"

    "La ricerca attualmente disponibile sostiene la possibilità che" il coronavirus "possa essere diffuso tramite bioaerosol generato direttamente dall'espirazione dei pazienti". E' un passaggio della lettera che il professor Harvey Fineberg, presidente di una commissione della National Academy of Sciences, ha indirizzato alla Casa Bianca, come riferisce la Cnn. "Non indosserò una mascherina chirurgica, perché queste servono ai medici, ma potrei indossare una bella bandana stile western", ha detto Fineberg all'emittente. La lettera, ha spiegato, è stata inviata mercoledì sera in risposta ad una richiesta formulata da Kelvin Droegemeier per l'Office of Science and Technology Policy alla Casa Bianca. "Questa lettera risponde alla vostra domanda relativa alla possibilità che" il coronavirus "possa essere diffuso attraverso la conversazione, oltre che attraverso droplet prodotte da starnuti e tosse. "La ricerca attualmente disponibile sostiene la possibilità che" il coronavirus "possa essere diffuso tramite bioaerosol generato direttamente dall'espirazione dei pazienti". Alla Cnn, prosegue l'emittente, Fineberg ha dichiarato che il virus può essere diffuso anche da droplet prodotte da una persona che parla e, potenzialmente, anche da droplet prodotte dall'espirazione.

  • Live – Non è la D’Urso: i cachet degli ospiti
    Notizie
    notizie.it

    Live – Non è la D’Urso: i cachet degli ospiti

    A quanto ammontano i cachet dei controversi ospiti di Live - Non è la D'Urso? L'indiscrezione.

  • Coronavirus, produttore messicano birra Corona sospende attività
    Notizie
    Askanews

    Coronavirus, produttore messicano birra Corona sospende attività

    Ufficialmente per rispettare decreto governativo

  • Notizie
    Askanews

    Intellettuali tedeschi: L'Europa vive o muore con l'Italia -2-

    Roma, 3 apr. (askanews) - Nelle ultime 24 ore in Italia è morto un migliaio di persone a causa del Corona Virus. Questa notizia non viene da un altro pianeta o da un continente lontano. Arriva da un paese vicino, un paese fondatore dell'Unione Europea, un paese di cui noi amiamo la luce, la cultura e il buon umore. ...

  • Burioni sul modello Corea: “Rinunciare a un’arma efficace è autolesionismo”
    Notizie
    notizie.it

    Burioni sul modello Corea: “Rinunciare a un’arma efficace è autolesionismo”

    Burioni commenta il modello Corea del Sud per fronteggiare il coronavirus, ovvero la possibilità di tracciare i moviemnti dei cittadini.

  • Gerry Scotti rivela: “Ho fatto un fioretto alla Madonna”
    Notizie
    notizie.it

    Gerry Scotti rivela: “Ho fatto un fioretto alla Madonna”

    Gerry Scotti ha rivelato di aver fatto un fioretto alla Vergine Maria, affinché possa intercedere per il bene comune contro il Coronavirus

  • La collina Rosa in Giappone: lo spettacolo del parco Higashimokoto
    Notizie
    Viaggiamo

    La collina Rosa in Giappone: lo spettacolo del parco Higashimokoto

    I dettagli della curiosa collina rosa in Giappone che fiorisce ogni anno e si tinge in modo surreale.

  • Notizie
    Askanews

    Anzaldi (Iv): convocare ambasciata russa dopo attacco a La Stampa

    "Gravissime parole intimidatorie, Conte faccia sentire sua voce"

  • Torna dal lavoro alle 23, ma per la GdF è troppo tardi: multa di 550 euro
    Notizie
    notizie.it

    Torna dal lavoro alle 23, ma per la GdF è troppo tardi: multa di 550 euro

    Un uomo torna dal lavoro alle 23, ma viene fermato dalla Guardia di Finanza e prende una multa: per gli agenti era troppo tardi.

  • Meghan Markle ed Harry indebitati: il principe dovrà lavorare?
    Notizie
    notizie.it

    Meghan Markle ed Harry indebitati: il principe dovrà lavorare?

    Meghan Markle e il principe Harry sarebbero talmente indebitati con la Corona da dover correre ai ripari: la richiesta dell'ex attrice

  • Scossa di terremoto a nord-est di Roma: magnitudo pari a 3.2
    Notizie
    notizie.it

    Scossa di terremoto a nord-est di Roma: magnitudo pari a 3.2

    Una scossa di terremoto di magnitudo pari a 3.2 è stata avvertita nei pressi di Roma: moltissime le segnalazioni degli utenti su Twitter.

  • Coronavirus: Rezza; "In autunno forse ripartirà, serve una strategia"
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus: Rezza; "In autunno forse ripartirà, serve una strategia"

    Il coronavirus "circolerà finché non si crea un'immunità di gregge, e si spera non avvenga in breve tempo perché significherebbe far morire tantissime persone e stressare in modo inaudito il sistema sanitario, oppure finché non si trova un vaccino. Rischiamo continue reintroduzioni perché persisterà nella popolazione e dobbiamo essere attenti a intercettare eventuali focolai. Forse d'estate si trasmetterà di meno, ma ad autunno ci sarà il rischio che riparta. Ci vuole una strategia". E' il monito di Giovanni Rezza, direttore Malattie infettive dell'Istituto superiore della sanità, che in un'intervista a 'la Repubblica' riflette anche sul futuro dell'epidemia di Covid-19 in Italia.  "Se abbattiamo finalmente la trasmissione, poi dobbiamo evitare che tutto riparta - sottolinea l'esperto - Vanno intercettati i casi grazie ai medici di famiglia e ai dipartimenti di prevenzione delle Asl, e messi subito in quarantena". Anche la App per il tracciamento è uno strumento "importante. Aiuta a capire dove sono state le persone, così da intercettare contatti a rischio. Si sta lavorando per individuare la soluzione migliore". Il momento è delicato e gli errori non sono ammessi: se l'epidemia riparte, avverte Rezza, "c'è il rischio di chiudere di nuovo tutto".

  • Promettevano cura contro il coronavirus, denunciata coppia
    Notizie
    Adnkronos

    Promettevano cura contro il coronavirus, denunciata coppia

    Si erano inventati una ricetta con la quale promettevano di curare il Coronavirus. Marito e moglie, entrambi amministratori di una società di Peschiera Borromeo, nel milanese, da anni nel campo dei prodotti farmaceutici e degli integratori, sono così stati denunciati per frode dalla Guardia di Finanza di Torino nel corso di un’operazione, coordinata dalla procura di Milano, che ha portato al sequestro di oltre 170 mila prodotti parafarmaceutici e integratori.  Dalle indagini è emerso che la coppia pubblicizzava sul sito della società una sorta di ‘protocollo medico’ da loro ideato, che prometteva una cura efficace contro il Coronavirus attraverso la somministrazione di integratori sommati ad altre terapie non meglio specificate. Nel corso dell’operazione i finanzieri hanno oscurato i siti web della società nonché le pagine di un noto social network dove, tra l’altro, si esortavano gli utenti ‘a leggere con attenzione e condividere’ i vari consigli medico-terapeutici. Parte degli integratori e dei prodotti parafarmaceutici sequestrati dai militari erano destinati al mercato europeo, dato che la società coinvolta nell’indagine annoverava clienti in Francia, Austria, Germania e Svizzera.

  • Realtà aumentata, come vedere gli animali in 3D realizzati da Google
    Notizie
    notizie.it

    Realtà aumentata, come vedere gli animali in 3D realizzati da Google

    Google ha recentemente implementato una nuova funzione di realtà aumentata che permette di poter osservare varie specie animali a grandezza naturale.

  • Mani lavate viste al termoscanner: gli scatti a confronto
    Notizie
    notizie.it

    Mani lavate viste al termoscanner: gli scatti a confronto

    Kristen Bell ha pubblicato sui social le foto delle mani lavate e viste al termoscanner: i risultati efficienti per prevenire il coronavirus.

  • Valvole Charlotte Oldrati, l'innovazione per emergenza Covid-19
    Notizie
    Askanews

    Valvole Charlotte Oldrati, l'innovazione per emergenza Covid-19

    Oldrati donerà 2mila kit Easy-Covid19 e 10mila valvole

  • Notizie
    Askanews

    Intellettuali tedeschi: L'Europa vive o muore con l'Italia -3-

    Roma, 3 apr. (askanews) - In Sassonia vengono curati malati gravi provenienti dall'Italia, mentre pazienti francesi, privi di assistenza, sono curati nella Saar. Si nota un nuovo clima: valori come solidarietà, empatia e gioia stanno diventando popolari. Ma sulla questione decisiva, i paesi del Nord esprimono freddezza nei confronti dei fratelli e sorelle del Sud. Si rifiutano categoricamente di approvare un fondo garantito da tutti membri dell'Unione Europea che permetterebbe ai paesi più colpiti di ottenere crediti urgentemente necessari per la sopravvivenza. ...

  • Crolla un ponte mentre passa un camion: tragedia sfiorata in Sardegna
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Crolla un ponte mentre passa un camion: tragedia sfiorata in Sardegna

    Miracolosamente illese le due persone a bordo del compattatore dei rifiuti che stava transitando sul sovrappasso. Il fatto è avvenuto a Gonnesa.

  • Meteo, boom di primavera
    Notizie
    Adnkronos

    Meteo, boom di primavera

    Il colossale anticiclone che pian piano si sta espandendo su tutto il Vecchio Continente sta per conquistare anche tutta l’Italia. Almeno per i prossimi dieci giorni l’alta pressione ci farà compagnia garantendo un tempo stabile, soleggiato ma soprattutto decisamente molto mite su tutte le regioni. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che oggi, venerdì, qualche rovescio o isolato temporale interesseranno Sardegna, Sicilia e Calabria, sul resto delle regioni il sole sarà prevalente. Sabato e domenica l’anticiclone avanzerà ulteriormente su gran parte delle regioni, ma l’estremo Sud sarà interessato da una nuvolosità assai fastidiosa che potrebbe arrecare anche qualche occasionale precipitazione sui rilievi di Calabria e Sicilia. Con l’inizio della prossima settimana, quella che ci condurrà alla Pasqua, il tempo migliorerà anche al Sud cosicché tutta l’Italia sarà protetta da un gigantesco campo di alta pressione che favorirà un ampio soleggiamento e, fatto curioso, un cielo praticamente sereno su quasi tutte le regioni. La nuvolosità sarà davvero scarsa. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che sotto il profilo termico andremo incontro a giorni tipicamente primaverili con temperature che gradualmente saliranno sopra le medie del periodo. I valori massimi si avvicineranno ai 20°C addirittura superandoli nel corso della Settimana Santa. Soltanto al Sud il clima risulterà un po’ meno mite.