Regione Campania: "Pacco alla camorra" è impegno per legalità

Psc

Napoli, 19 dic. (askanews) - "La presentazione del 'pacco alla camorra' di quest'anno coincide anche con il bilancio delle attività della Commissione e lo facciamo con emozione perché esso rappresenta l'impegno e la sinergia che, come istituzione e come associazioni, abbiamo profuso nell'importante battaglia per la legalità e per il riutilizzo dei beni confiscati". E' quanto ha affermato il presidente della Commissione speciale Anticamorra e beni confiscati della Regione Campania, Carmine Mocerino, intervenendo alla cerimonia che si è svolta in consiglio regionale, con la presidente dell'assemblea legislativa regionale, Rosa D'Amelio, il consigliere segretario della Commissione Vincenzo Viglione, il presidente del Consorzio Nuova Cooperazione Organizzata (Nco), Simmaco Perillo. "Da nove anni promuoviamo questa iniziativa con la quale, insieme con la Commissione Anticamorra e beni confiscati, presentiamo il cesto natalizio realizzato con i prodotti provenienti dai beni dalle terre confiscate alla malavita e promosso nell'ambito dell'iniziativa del consorzio Nuova Cooperazione Organizzata (Nco), in collaborazione con il Comitato don Peppe Diana e Libera - ha detto D'Amelio - esso rappresenta anche un'idea regalo per il Natale perché rappresenta una battaglia per la legalità e per la civiltà". "Questa iniziativa rinnova, come ogni anno, tutto il proprio valore e testimonia l'importanza della lotta alla camorra e alla criminalità e dell'impegno istituzionale per il riutilizzo dei beni confiscati per scopi lavorativi e sociali che abbiamo profuso come Commissione speciale Anticamorra - ha evidenziato Viglione - che ha sottolineato il prezioso lavoro svolto dalle cooperative di giovani per promuovere progetti di inclusione e di sviluppo locale e per valorizzare i lavori e i prodotti che si ricavano dei beni confiscati".