Regione Lazio: Corte Conti parifica il rendiconto generale 2018

Bet

Roma, 23 lug. (askanews) - Conti in ordine per la Regione Lazio che supera l'esame e ottiene il via libera da parte della Corte dei Conti.  È positivo il giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2018 ed è emerso nel corso dell'udienza presieduta dal Presidente della Sezione regionale di controllo per il Lazio, Roberto Benedetti.  Migliorano i conti della sanità facendo immaginare una possibile uscita dal commissariamento, si riducono ulteriormente i tempi dei pagamenti (-23,6) e migliora il risultato di amministrazione, per la prima volta positivo (730 milioni). Scendendo nel dettaglio la gestione dell'esercizio finanziario 2018 chiude con un saldo contabile pari a 730.481.745,22 euro, in miglioramento rispetto al saldo contabile negativo della precedente gestione, pari a -450.019.511,15 euro (con un differenziale positivo di euro 1.180.501.256,37). Di segno positivo anche i saldi della gestione di competenza (che espone un valore pari a 1.179.586.522,35 euro) e della gestione dei residui (che espone un valore pari a 914.734,02 euro). Il fondo di cassa alla chiusura dell'esercizio risulta pari a 827.914.131,08 euro, di cui 708.233.646,45 relativi al conto della gestione sanitaria accentrata (GSA) e 119.680.484,63 relativi al conto ordinario. L'esposizione debitoria regionale (comprensiva delle anticipazioni di liquidità, pari a 9.300.280.608,33 euro) ammonta a 22.647.861.763,71 euro. L'indicatore di tempestività dei pagamenti è risultato pari a -23,60 (il valore scende a -24,87 al netto della GSA, il cui valore è pari a -2,38)1, evidenziando un miglioramento rispetto al 2017, il cui indicatore era pari al - 12,97%, per l'intero bilancio, e al - 13,96%, al netto della GSA.