Regione Lazio, Di Berardino: 5,5 mln per scuola e lavoro

Bet

Roma, 3 dic. (askanews) - "Vogliamo aiutare i ragazzi che hanno terminato il percorso di Istruzione e Formazione Professionale ad aprire un'attività. Per questo abbiamo ideato un bando da 2 milioni di euro dedicato ai diplomati da non oltre 2 anni, e che prevede contributi a fondo perduto da 30mila ai 100mila euro per l'apertura di un'attività in proprio in forma singola o associata. In questo modo vogliamo completare l'offerta del percorso di formazione con il percorso lavorativo: gli IeFp (percorsi di istruzione e formazione professionale) sono già indirizzati all'acquisizione di competenze direttamente spendibili nel mondo lavorativo, ma quello che a volte manca ai giovani è il capitale iniziale per l'auto impresa. Il bando è dunque un intervento mirato e costituisce una novità assoluta per questa platea". Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio. "Sempre nell'ottica di promuovere una maggiore connessione tra il mondo della scuola e quello dell'occupazione, abbiamo previsto nuove risorse, pari a 3,5 milioni di euro, per iniziative dedicate agli studenti degli IeFP e dei trienni delle scuole di secondo grado per progetti di laboratorio e apprendimento in situazioni lavorative. Le risorse sono state previste anche nell'ottica di una mission più generale: evitare l'abbandono scolastico, favorire esperienze culturali e sociali anche fuori dalla struttura scolastica, nonché - aggiunge - permettere un approccio consapevole al web individuando opportunità e rischi. Con questo nuovo programma regionale di intervento integrato rivolto alle scuole - che per la prima volta coinvolge interamente gli IeFp e che per taluni progetti coinvolge anche le superiori di primo grado - miriamo a innalzare la qualità dell'offerta formativa e di istruzione, stimolando iniziative in grado di accrescere le opportunità e la conoscenza e la consapevolezza critica degli alunni" conclude l'assessore.