Regione Lazio, Zingaretti: cercare opportunit per il futuro

Bet

Roma, 25 giu. (askanews) - Pensare al futuro della regione Lazio anche alla luce che la crisi Coronavirus ha determinato. Ne ha parlato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti intervenendo all'evento ‎'Le idee di tutti, il Lazio del futuro', in corso nella sede della giunta.‎ ‎"La discussione che si apre oggi importante perche' si apre una nuova programmazione europea. Dovremo spendere tutti i fondi e bene per cambiare la qualita' della vita. Il futuro non sono solo incognite. Chi non vede le opportunit del futuro un pigro, e comincia a dire che non ci sono ma lui che non le vede". "Ringrazio il vicepresidente Leodori che stato protagonista dell'impianto e dell'impostazione del lavoro che inizia oggi - ha detto - Con il Covid c' un prima e un dopo che una classe dirigente deve comprendere. Io spesso ho la sensazione che questa consapevolezza non sia sempre cosi' presente e quello di oggi un appuntamento che non vuole essere in continuit con la storia recente. Bisogna immaginare un nuovo modello di sviluppo e individuare nuove grandi direttrici. Ci sono state sottovalutazioni sbagliate che abbiamo pagato. Il punto di arrivo non sar mai il punto di partenza di 150 giorni fa". Tra le considerazioni di Zingaretti quella che ora c' un'Europa diversa, la cui missione si ridisegna in questo frangente: una conquista. Attenti a dire: che sete che ho, perche' l'acqua c'. Ora va orientata nella maniera giusta. Se alla nostra Regione arriveranno 27 miliardi del Mes, sono cifre da capogiro per rifondare il Ssr. Questo vogliamo capire partendo dalla discussione di oggi. Sarebbe un delitto nei confronti dei giovani se non cogliessimo, nella tragedia, questa opportunita'. Dobbiamo essere ambiziosi e rilanciare l'Italia come modello produttivo - ha concluso Zingaretti - ma serve un'idea di Paese".