Regione Liguria: Alisa ha investito 3 milioni di euro aggiuntivi

Cro/Ska

Roma, 3 ott. (askanews) - "Il consigliere Rossetti intervenuto più volte pensa di confondere le idee, dicendo di difendere le aziende e forse i pazienti. Ma la realtà è che per abbattere le liste d'attesa e abbattere la mobilità passiva, l'Azienda ligure sanitaria Alisa ha investito 3 milioni di euro aggiuntivi, per acquistare esami dagli enti accreditati. Confindustria non ha di certo bisogno e sicuramente non ha chiesto le controproducenti e maldestre difese del consigliere Rossetti che abbiamo sentito oggi in Commissione". Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale risponde alla polemica sollevata dal Pd a seguito della Commissione Sanità riunita oggi pomeriggio sulle prestazioni radiodiagnostiche.

"Ho apprezzato invece - aggiunge Viale - l'intervento di Confindustria che, pur in pendenza di un giudizio amministrativo (che ha già dato ragione ad Alisa sul rigetto della richiesta di sospensiva), ha ritenuto di richiamarsi al ricorso che non ha reso pubblico, senza aggiungere altro nel rispetto del percorso giudiziario".