Regione Lombardia istituisce la "Giornata della montagna" -2-

Red-Alp

Milano, 11 feb. (askanews) - "E' una bella giornata per la montagna, per i suoi abitanti e per tutta la Lombardia" ha dichiarato la vicepresidente del Consiglio regionale lombardo, Francesca Brianza, sottolineando che "mai come in questa legislatura il tema 'montagna' è stato al centro delle attenzioni delle politiche della Regione, che ha istituito un assessorato dedicato e messo in campo specifiche norme per favorirne lo sviluppo e contrastare lo spopolamento".

Per Dario Violi (M5S) questa legge"è un ulteriore passo in avanti verso la tutela e il rilancio delle nostre montagne, sia dal punto di vista ambientale che culturale, attraverso la creazione di comportamenti consapevoli per la conservazione dei sentieri e dei rifugi. L'obiettivo è quello di garantire lo sviluppo sostenibile dei territori montani attraverso il coinvolgimento diretto e la partecipazione di tutti coloro che vivono la montagna". Secondo i rappresentanti del Partito Democratico Jacopo Scandella e Gianantonio Girelli "questo evento deve diventare anche un utile e serio momento di riflessione in vista di decisioni importanti che dovranno essere assunte nella legge quadro sulla montagna, dove sarà necessario essere più incisivi e precisi, consapevoli che i territori montani hanno pari dignità ed esigenze di servizi così come quelli della pianura e delle grandi città".

Il Pirellone ricorda che il territorio regionale lombardo, pari a 23.862 chilometri quadrati, è caratterizzato da una compresenza di aree montuose (40,5%) che, se sommate alle aree collinari (12,4%), rappresentano quasi il 53% della superficie complessiva, con 23 Comunità montane istituite e riconosciute dalla Regione.

In termini di popolazione la Lombardia supera di poco i dieci milioni di abitanti residenti, di cui quasi il 32% concentrata nelle aree montane. Il 28,6% del flusso annuo di turisti negli esercizi ricettivi lombardi interessa le località montane. Su undici siti Unesco lombardi, cinque sono localizzati in aree montane, dove si trovano anche otto parchi regionali montani di grande pregio ambientale e naturalistico. Da sottolineare infine che sulle montagne lombarde sono presenti oltre 150 rifugi e circa 870 malghe, imprescindibili punti di riferimento e di appoggio per chi attraversa i sentieri montani.