Regione Marche stanzia 420mila euro per lauree professionalizzanti

Bla
·1 minuto per la lettura

Roma, 23 lug. (askanews) - La Regione Marche, nell'ambito del POR Marche FSE 2014/2020, intende sostenere l'Istruzione Superiore al fine di rafforzare ed ampliare le conoscenze e l'acquisizione di competenze altamente professionalizzanti al fine di migliorare l'inserimento nel mondo del lavoro dei giovani diplomati residenti nel territorio marchigiano inoccupati o disoccupati. Per questo motivo la giunta ha stanziato 420mila euro per la concessione di incentivi (voucher) funzionali a favorire la partecipazione ai corsi di laurea triennale a orientamento professionale. Lo hanno annunciato oggi nel corso di una conferenza stampa nella sede del Centro per l'Impiego di Pesaro, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e l'assessore all'Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Loretta Bravi. "L'obiettivo quello di sperimentare - ha spiegato Ceriscioli -. Da una parte c' l'Universit con le sue lauree ed i suoi corsi che ha una importantissima tradizione e dall'altra c' il mondo professionale, quello dei corsi superiori tecnici: poi c' una via di mezzo tra questi due mondi, promossa dall'Universit, ed costituita da questi corsi di laurea ad impatto fortemente professionalizzante. In questi casi l'ultimo anno si svolge in azienda con un modo di intendere la preparazione universitaria, pi aderente, soprattutto ad una realt come la nostra manifatturiera e tecnica. Un incontro con il mondo delle imprese inusuale che vogliamo provare anche noi nelle Marche con un investimento in termini di sperimentazione per favorire l'occupazione dei nostri giovani e l'Universit Politecnica delle Marche adotter questa opzione. Ritengo sia un modo molto interessante di continuare a lavorare per dare ai ragazzi sempre nuove opportunit di laurearsi e trovare occupazione e di poterlo fare con quella qualit e quell'innovazione che l'impresa richiede". (Segue)