Regione: più vicino ospedale materno infantile di Reggio Emilia

Cro/Ska

Roma, 28 nov. (askanews) - La realizzazione del Mire, il nuovo ospedale Materno infantile di Reggio Emilia, è più vicina. CuraRE onlus, associazione nata a sostegno del progetto dell'edificio all'interno dell'Arcispedale, per accelerare il più possibile i tempi di avvio dell'intervento, ha deciso infatti di acquisire la progettazione esecutiva del terzo lotto del complesso. Si tratta dell'ultimo, da 12 milioni di euro, finanziato dalla Regione, così come i primi due stralci funzionali da 26,5 milioni, per un totale che supera i 37 milioni di euro.

CuraRE sosterrà le spese della progettazione, che sarà a cura di Binini Partners, per poi donarla all'Azienda Usl che, in questo modo, potrà fare un unico bando per tutti e tre i lotti previsti. La decisione è stata sancita da un accordo siglato tra l'onlus e l'Azienda sanitaria.

"CuraRe ha deciso di donare il progetto all'Azienda Usl- sottolinea Giammaria Manghi, sottosegretario alla presidenza della Giunta-, e all'intera comunità reggiana: questa è una notizia davvero bella. Una volta realizzato il progetto, l'Azienda potrà fare un unico bando e andare a gara. Un grande ringraziamento, dunque, a CuraRe, che con la sua attività ha raccolto 600mila euro circa e che, con la sigla di quest'Accordo, consente di accorciare i tempi per la realizzazione di quest'opera, tanto attesa da tutti".

"E' il risultato di un percorso fortemente voluto da Curare onlus - ha detto la presidente dell'associazione Deanna Ferretti Veroni - per questo vorrei ringraziare la Regione e l'Azienda Usl-Irccs di Reggio Emilia, oltre ai commercialisti Anna Spaggiari e Noris Gian Carlo Gaccioli e per la consulenza legale l'avvocato Francesca Bertani. Ora ci auguriamo che il 2020 sia l'anno della posa della prima pietra".

"Grazie alla generosa donazione di Curare e al prezioso lavoro dello studio Binini l'Azienda potrà inserire nel capitolato di appalto una opzione relativa anche al terzo lotto cosa che potrà consentire, una volta terminato il percorso autorizzativo tra Regione e Ministero relativo all'ulteriore finanziamento di 12 milioni, di terminare la struttura al completo consentendo un risparmio di risorse e anticipando i tempi di realizzazione", ha dichiarato il direttore generale dell'Azienda Usl-Irccs di Reggio Emilia Fausto Nicolini.

"Binini Partners è lieta di firmare l'incarico per il completamento del Mire e di poter contribuire con ogni sforzo a rendere migliore l'ospedale - afferma Tiziano Binini, presidente Binini Partners - è un progetto nato nel nostro studio, nel cuore di Reggio Emilia, con sapienza e amore. Il Core prima, e adesso il Mire, sono i simboli di una città che cresce nella solidarietà e nella forza dei suoi cittadini".